Lidl, tartare di bovino ritirato per rischio listeria/ Richiamato lotto di Rosso Spa

Rischio listeria, tartare di bovino Lidl ritirato: richiamato un lotto prodotto da Rosso Spa, ecco la nota del Ministero della Salute.

Tartare di bovino Lidl
Tartare di bovino Lidl

Allarme listeria: il ministero della Salute ha ritirato tartare di bovino Lidl, lotto richiamato dai punti vendita di tutta Italia. «Non conformità microbiologica (Presenza di Listeria monocytogenes su una unità campionaria, <10ufc/g)», spiega il Ministero diretto da Giulia Grillo nella nota in cui riporta i dati del prodotto che è stato richiamato: il lotto di produzione è 1071215, con il marchio di identificazione del produttore Rosso Spa che è IT 1859 S CE, con lo stabilimento che ha sede a Torino in via Traves 43. Infine, la confezione è da 200g. Un nuovo lotto di prodotto alimentare richiamato dal ministero della Salute dopo il salame ritirato per rischio salmonella e il salmone affumicato ritirato per rischio listeria.

TARTARE DI BOVINO LIDL RITIRATA PER RISCHIO LISTERIA, COS’E’?

La listeria è una famiglia di batteri composta da dieci specie, una di queste è la Listeria monocytogenes che causa la listeriosi. Una malattia rara ma che può colpire sia gli animali che l’uomo, si può sviluppare in forma grave con elevati tassi di ricovero ospedaliera e mortalità. Come riporta Efsa, nell’Unione Europea sono stati segnalati circa 1470 nell’uomo nel 2011 con un tasso di mortalità pari al 12,7 per cento. Una famiglia di batteri che può trovarsi nel terreno ma anche in piante e acqua. Ma non solo: anche gli animali, soprattutto bovini, ovini e caprini, possono essere portatori del batterio. La principale via di trasmissione per l’uomo e gli animali è il consumo di cibo o mangime contaminato, anche se le infezioni possono verificarsi anche attraverso il contatto con animali o persone infette.



© RIPRODUZIONE RISERVATA