Liga, 5 nuovi positivi al coronavirus/ Tutti asintomatici: la ripartenza è in bilico

- Michela Colombo

Liga, cinque nuovi positivi al coronavirus, tra primo e secondo campionato. La Federazione però studia come ripartire: in campo il 12 giugno?

jovic
Real Madrid-Getafe, Luka Jovic (Foto LaPresse)

E’ di pochi minuti fa il comunicato ufficiale della Liga in cui si legge dalla riscontrata positività al coronavirus di altri cinque nuovi tesserati, tra i club della prima e seconda divisione spagnola. Mentre dunque anche il calcio spagnolo si appresta a seguire l’esempio tedesco e procede a marcia ingranata per la ripartenza, ecco che la notizia di nuove positività al coronavirus potrebbe far saltare di nuovo tutto. Anche se i numeri legati alla pandemia in Spagna sono in constante miglioramento, il timore di una seconda ondata di contagi rimane presente e già nei giorni scorsi non erano stati pochi i giocatori a dirsi spaventati dal rischio di contagio. Nel comunicato comunque si fa sapere che tali 5 giocatori, tra prima e seconda divisione, risultano tutti asintomatici e in buone condizioni: non se ne conoscono le generalità ma nei giorni scorsi alcuni media avevano scovato alcuni nomi, come quello di Renan Lodi, dell’Atletico Madrid.

LIGA, 5 NUOVI POSITIVI: ECCO IL PIANO PER RIPARTIRE

E mentre la notizia di nuovi giocatori positivi al coronavirus fa traballare il piano di ripartenza della Liga, dopo lo stop imposto dalla pandemia, ecco che nuove indiscrezioni ci arrivano in senso contrario. Secondo quanto ci riporta solo oggi il portale spagnolo AS, pare che la Liga e la federazione abbiano già informato i club che la data per il ritorno in campo e la ripresa della stagione 2019-2020 potrebbe essere quella del 12 giugno. Di conseguenza le società starebbero già pianificando le sessioni di allenamento in vista dunque della ripartenza che occorrerà tra circa 4 settimane. Il piano della Liga, prosegue AS, è quello di giocare a ritmi serrati tutto luglio, lasciando ad agosto le manifestazioni UEFA (come la federazione ha proposto già tempo fa). Chiaramente il tutto è ipotetico: la Liga nei giorni ha scorsi ha chiarito (in seguito alle rivelazioni di Aguirre) che nulla è ancora deciso e che ultima parola l’avrà il governo spagnolo, che pure deciderà delle riaperture e ripartenza.



© RIPRODUZIONE RISERVATA