Liliana Resinovich/ I vicini: “Il marito Sebastiano Visintin non voleva denunciare”

- Alessandro Nidi

Liliana Resinovich, i vicini di casa sottolineano che il consorte della donna, Sebastiano Visintin, a loro giudizio non era preoccupato per la sparizione della moglie

liliana resinovich rai 2022 640x300
Il marito di Liliana Resinovich a Storie Italiane

La morte di Liliana Resinovich è stata trattata nuovamente in occasione della puntata di venerdì 21 gennaio 2022 di “Storie Italiane”, trasmissione di Rai Uno condotta da Eleonora Daniele. L’inviato Edoardo Lucarelli ha sottolineato innanzitutto che è stata confermata la data del funerale, che si terrà martedì 25 gennaio in forma strettamente privata e, con tutta probabilità, presso il cimitero della città di Trieste. “Si è arrivati a un accordo tra la famiglia della vittima e il marito, Sebastiano Visintin – ha spiegato Lucarelli –. La Procura ha posto il veto alla cremazione del corpo, per consentire successivi accertamenti”.

LILIANA RESINOVICH, PARLANO I VICINI DI CASA: “LEI NON TORNAVA A CASA, MA VISINTIN NON ERA PREOCCUPATO”

Nel contempo, è spuntata la testimonianza dei vicini di casa, secondo i quali, è stato riferito ancora nel corso del programma “Storie Italiane”, il marito di Liliana Resinovich il giorno della sparizione della donna sembrava palesare un atteggiamento “non di grande preoccupazione e c’è stato il contributo di un carabiniere e di una poliziotta in pensione che l’hanno convinto a denunciare. Inoltre – ha aggiunto Lucarelli –, Liliana metteva le borse che portava in orizzontale e non in verticale, mentre lei è stata ritrovata priva di vita con una borsa in verticale”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA