LILLI GRUBER, LA MALATTIA 2014/ “Bisogna ascoltare il proprio corpo, capire”

- Elisa Porcelluzzi

Nel 2014 Lilli Gruber è stata per qualche mese lontano dalla televisione lasciando anche il suo programma Otto e Mezzo: “Ho tirato troppo la corda”.

lilli gruber 640x300.png

“Lo dico a tutte le donne che fanno il triplo, quadruplo lavoro: ascoltatevi e delegate un po’ di più, soprattutto ai vostri uomini.” È questo il consiglio che Lilli Gruber dà a tutte le donne. Ospite di Serena Bortone a Oggi è un altro giorno, la giornalista ha raccontato del suo libro, ‘La guerra dentro’, in cui parla proprio di una donna e delle sue imprese giornalistiche. La Gruber, però, tiene a sottolineare l’importanza di ascoltare il proprio corpo, soprattutto quando chiede una pausa. Ricordiamo infatti che la giornalista ha in passato raccontato di essere stata male, di aver avuto un vero e proprio cedimento fisico e aver accusato una fortissima stanchezza. (Aggiornamento di Anna Montesano)

Lilli Gruber, come sta?

A settembre 2014 Lilli Gruber aveva abbandonato improvvisamente “Otto e mezzo“, il programma di La7 era stato rimandato per diverse settimane fino alla provvisoria sostituzione con Giovanni Floris. Per qualche mese la giornalista trentina è stata lontana dagli schermi dando adito a diverse voci: in molti hanno insinuato che dietro ci fossero screzi aziendali o addirittura altre proposte per la Gruber. Poi a dicembre dello stesso anno, Lilli Gruber ha raccontato sulle pagine del settimanale Oggi i motivi della sua assenza: “Ho avuto un cedimento fisico, un momento di stanchezza totale. Ho tirato troppo la corda e alla fine si è spezzata. Per la mia educazione, sono abituata ad andare avanti con la forza di volontà e ad essere molto disciplinata. Il mio lavoro mi appassiona tanto e capita che esageri. Questa volta mi ha portato qualche giorno in ospedale e poi… a casa”.

Lilli Gruber: il malore nel 2014

Dopo qualche giorno in ospedale, Lilli Gruber ha trascorso un periodo di riposo nella casa della sua famiglia in Sudtirolo, in mezzo ai vigneti: “In famiglia mi hanno coccolato e mia sorella Micki un po’ mi ha sgridato: “Lo sai che non devi esagerare”. Non avevo fatto vacanze per scrivere il libro “Tempesta”, poi è ricominciato “Otto e mezzo”…”. La giornalista, quindi, aveva accumulato troppo stress da lavoro e alla fine, dopo un malore, ha dovuto prendersi una meritata pausa. Lilli Gruber ha così imparato ad ascoltare i segnali del proprio corpo: “Lo dico a tutte le donne che fanno il triplo, quadruplo lavoro: ascoltatevi e delegate un po’ di più, soprattutto ai vostri uomini. Noi abbiamo un dovere nei confronti del nostro corpo, dobbiamo rispettarlo e non pensare che possiamo abusare della nostra forza fisica senza conseguenze”, ha detto a Oggi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA