Lilli Gruber vs Lega per presunta fake news/ Ma in realtà la bufala è la sua

- Mirko Bompiani

Lilli Gruber vs Lega, la conduttrice accusa il Carroccio di aver pubblicato una fake news, ma la verità è un’altra…

lilli gruber lega
(Otto e mezzo)

Lilli Gruber-Lega, nuovo scontro a distanza. La conduttrice di Otto e mezzo ha messo nuovamente nel mirino Matteo Salvini nella puntata di ieri, giovedì 26 novembre 2020, a causa di una foto circolata sui social network: «Apriamo questa puntata con delle foto circolate oggi sui social network, soprattutto dei negazionisti, complottasti e fiancheggiatori di Salvini». La foto, che vedeva insieme la Gruber e il premier Conte, recitava questa didascalia: «Gruber-Conte, incastrati dietro le quinte. La mascherina, il distanziamento sociale dove sono???? Carezzina, stretta di mano… Meditate gente, meditate, ma fate presto!!!!». Lilli Gruber ha poi evidenziato: «C’è un particolare: questa foto non era della puntata col premier di lunedì scorso, ma quella del 27 gennaio 2020, di 10 mesi fa, quando la pandemia e le restrizioni ancora non c’erano. Bastava anche solo come eravamo vestiti».

LILLI GRUBER VS LEGA, MA IL CARROCCIO RACCONTA UN’ALTRA VERITÀ…

Dopo l’affondo e le accuse di Lilli Gruber, la Lega ha tenuto a precisare che il post mostrato in trasmissione non è legato alla pagina ufficiale della Lega. Ecco quanto scritto dal Carroccio in una nota: «Il post mostrato da Lilli Gruber durante la trasmissione #ottoemezzo andata in onda su La7 di giovedì 26 novembre 2020, con la foto della conduttrice e del premier Giuseppe Conte senza mascherina, non appartiene alla pagina ufficiale della Lega Salvini Premier né è frutto della comunicazione del partito. Si tratta di una pagina Facebook chiaramente contraffatta con lo stesso nome e immagine di profilo di quella della Lega, ma priva del bollino blu che ne certifica l’autenticità». E la Lega annuncia azioni legali: «Diffidiamo chiunque dall’attribuire alla Lega Salvini Premier o al suo segretario messaggi e posizioni che non siano veicolati dai canali ufficiali. La Lega Salvini Premier e lo stesso Matteo Salvini si rivolgeranno nelle sedi competenti per denunciare l’accaduto, provvedendo innanzitutto a far chiudere la pagina fasulla».

© RIPRODUZIONE RISERVATA