L’INCREDIBILE VIAGGIO DI MARIKA/ Video, inizio nuova vita “addio alla me cattiva”

- Dario D'Angelo

L’incredibile viaggio di Marika giunge a conclusione: un’avventura in moto che questa ragazza di 22 anni non potrà mai dimenticare: video. (Le Iene)

marika viaggio 2020 iene 640x300
L'incredibile viaggio di Marika giunge al termine (foto da Le Iene)

L’incredibile viaggio di Marika termina nel migliore dei modi a Le Iene. Un racconto emozionante quello vissuto dalla giovanissima ragazza affetta dalla nascita da tetraparesi spastica distonica che non si è mai arresa realizzando così il sogno di una vita. La madre commossa confessa: “ha gli stessi desideri nostri, solo che non può”. La ragazza dal canto suo non si sente diversa dagli altri, anzi precisa “non sono un alieno” con Matteo Viviani che la rassicura: “noi siamo mente, cuore, amore. L’emozione di Marika è palese: “non smetterò mai di ringraziarvi”. Sul finale poi Matteo Viviani “quando è successo del nonno non avevo più voglia di vivere” – racconta Marika che sul finale realizza un altro piccolo sogno: seppellire tutti i suoi ricordi sotto un buca. “Addio Marika cattiva” dice la ragazza, mentre Matteo scava una buca in cui getta una pietra “vai via, sei stata troppo tempo con me. Adesso vai via e non rompere più le pal*e”. Poi la ragazza arriva in studio raccontando con Matteo Viviani, Simone Zignoli e Francesca Gasperi la sua lunga avventura di 1800 km. Sul finale poi un messaggio per tutti “mai mollare nella vita”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

L’incredibile viaggio di Marika: arriva “stanca morta” a Le Iene

L’incredibile avventura di Marika si è conclusa proprio a Le Iene da dove tutto è cominciato. La ragazza affetta dalla nascita da tetraparesi spastica distonica è riuscita a realizzare il sogno di una vita: fare un viaggio in moto. Tutto questo è stato reso possibile dai suoi “folli” compagni di viaggio: Matteo Viviani, Simone Zignoli e Francesca Gasperi con cui è partita per un’avventura unica ed indimenticabile. Un viaggio in moto che si è concluso nel migliore dei modi, visto che la ragazza è arrivata con i suoi compagni d’avventura proprio fuori gli studi Mediaset di Cologno Monzese dove ad accoglierli c’era Nicola Savino. Un momento davvero emozionante, la conferma che i sogni si possono realizzare! (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Il viaggio di Marika a Le Iene: avventura finita: si torna a casa…

Davvero complicato trattenere la commozione guardando il video di anticipazioni delle Iene sull’incredibile viaggio di Marika, la ragazza di ventidue anni affetta dalla nascita da tetraparesi spastica distonica. Una malattia che finora le ha impedito di vivere per come avrebbe desiderato, in maniera spensierata, come una giovane della sua età che non deve fare ogni giorno i conti con problemi di salute a dir poco invalidanti. Sarà anche per questo che esperienze “semplici” come un viaggio in moto o un bagno in mare, appaiono grazie a Marika di fatto “straordinarie”. Provate a guardarla mentre viene tenuta a galla da Matteo Viviani: osservate i suoi occhi riempirsi di stupore per il contatto con l’acqua salata. Non sarà mai un’olimpionica, non è detto che farà altri diecimila bagni: ma basta vederla felice per scoprire che anche un tuffo in mare con gli amici, sebbene apparentemente irrilevante, è un dono tutto fuorché scontato.

L’INCREDIBILE VIAGGIO DI MARIKA GIUNTE AL TERMINE

L’incredibile viaggio di Marika, raccontato da Le Iene Show nell’arco di tre puntate prima della quarta in onda stasera su Italia Uno a partire dalle 21:10. Nel servizio di Riccardo Spagnoli si racconta la parte probabilmente più malinconica di ogni viaggio: quella del ritorno a casa. In questa particolare vicenda, però, c’è la consapevolezza di aver realizzato qualcosa di veramente bello. Ogni mattina, affrontando le indicibili difficoltà che la malattia le propone, Marika potrà trarre forza da quei giorni all’avventura insieme ai suoi “folli” compagni di viaggio: Matteo Viviani, Simone Zignoli e Francesca Gasperi. Sono la dimostrazione che le barriere, quando coesistono amore e volontà, possono essere abbattute. Almeno per qualche giorno: giusto il tempo di prendere una boccata d’ossigeno, di vita, da un destino che non è stato tenero.



© RIPRODUZIONE RISERVATA