Linee guida riaperture, servizi infanzia e adolescenza/ E indicazioni per aree giochi

- Silvana Palazzo

Linee guida riaperture, le Regioni hanno aggiunto schede con indicazioni su servizi infanzia e adolescenza e aree giochi: quali sono le raccomandazioni previste

Giochi da fare in casa con bambini
Immagine di repertorio (Pixabay, 2020)
Pubblicità

Tra le novità presenti nelle linee guida aggiornate dalla Conferenza delle Regioni e delle Province autonome ci sono le schede sui servizi per l’infanzia e l’adolescenza e sulle aree giochi. Si tratta di aspetti su cui comunque i governatori vorrebbero confrontarsi con il governo. Quali sono le indicazioni da applicare per chi si occupa di socialità e gioco, a carattere diurno e per bambini ed adolescenti. Bisogna predisporre per genitori, bambini e personale una informazione adeguata su tutte le misure di prevenzione da adottare, anche attraverso segnaletica idonea ai minori. Va sottoscritto un accordo tra ente gestore, personale e genitori per il rispetto delle regole, va garantita una zona di accoglienza oltre la quale non è consentito l’accesso a genitori e accompagnatori. Inoltre, bisogna pensare all’organizzazione anche su turni per l’accesso così da evitare assembramenti all’esterno della struttura stessa. Va rilevata ogni giorno la temperatura di operatori, bambini e genitori-accompagnatori. Questi ultimi non devono avere più di 60 anni. Ci deve essere un operatore ogni 5 bambini da 0 a 5 anni, uno ogni 7 se hanno 6-11 anni e ogni 10 per quelli tra i 12 e i 17 anni.

Clicca qui per Linee guida servizi infanzia e adolescenza e aree giochi

Pubblicità

LINEE GUIDA SERVIZI BAMBINI E INDICAZIONI PER AREE GIOCHI

Le linee guida regionali, per quanto riguarda i servizi per l’infanzia e l’adolescenza, prevedono anche la composizione di gruppi che deve essere stabile nel tempo. Inoltre, vanno privilegiate attività che riducono contatti prolungati, soprattutto in ambienti chiusi. Le misure igienico-comportamentali possono essere promosse anche con modalità ludiche. Per quanto riguarda le mascherine, vanno indossate dal personale e dai bambini sopra i 6 anni. Dispenser di gel igienizzanti devono essere messi a disposizione in tutti gli ambienti, mentre i giochi possono essere scambiati dai gruppi solo dopo disinfezione. A tal proposito, è fondamentale la pulizia giornaliera degli ambienti e il ricambio d’aria. Per gli impianti di condizionamento, va esclusa la funzione di ricircolo dell’aria. Passiamo ore alle linee guida regionali per le aree giochi per bambini. Al di là dell’informazione e del monitoraggio delle condizioni di salute, e di tutte le misure finora specifiche, va garantita anche la distanza di un metro, fatta eccezione per conviventi e persone dello stesso nucleo familiare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità