Lino Banfi: “Silvio Berlusconi presidente della Repubblica? Magari”/ “Tifo per lui”

- Alessandro Nidi

Lino Banfi, noto attore pugliese, si è espresso sulla possibile nomina di Silvio Berlusconi a presidente della Repubblica: “Sarebbe bellissimo”

lino banfi claudio lotito
Lino Banfi (Foto LaPresse)

Lino Banfi, celeberrimo e apprezzato attore italiano, è intervenuto nelle scorse ore ai microfoni dell’agenzia di stampa Adnkronos per commentare le voci che vorrebbero Silvio Berlusconi presidente della Repubblica al termine del mandato di Sergio Mattarella. Pasquale Zagaria (questo il vero nome di Banfi, ndr), ha confessato di avere appreso dalle testate giornalistiche l’esistenza di questa possibilità e ha annunciato che sarebbe davvero felice se si concretizzasse: “Glielo chiederò di persona tra pochi giorni, perché lui ogni anno, da quarant’anni, l’11 luglio – giorno del mio compleanno – mi telefona e mi dice ‘Auguri, vecchio’, perché sono nato poco più di due mesi prima di lui”.

Lino Banfi e Silvio Berlusconi hanno entrambi quasi 85 anni e l’11 luglio l’attore pugliese farà pervenire tutto il suo sostegno e il suo incoraggiamento al leader di Forza Italia, “anche perché so che se andasse al Quirinale avrebbe vicino un uomo che è la sintesi, l’incarnazione della mediazione. Di chi sto parlando? Di Gianni Letta”.

LINO BANFI: “SILVIO BERLUSCONI AL QUIRINALE? SAREBBE BELLISSIMO”

Nel corso della chiacchierata con i colleghi dell’Adnkronos, Lino Banfi ha dimostrato di non avere smarrito la sua vena comica, quella che da anni gli consente di illuminare le case degli italiani con una semplice frase o con il suo meraviglioso sorriso. L’84enne pugliese ha infatti asserito: “Parlando pro domo mia, con Berlusconi al Quirinale chissà che non si inventino un’altra onorificenza… Io sono già stato nominato Cavaliere di Gran Croce, che è il grado più elevato dei Cavalieri della Repubblica”.

E quindi? “Quindi dovrebbero coniarne una nuova, tipo il Nonno d’Italia o l’Allenatore del Quirinale, così gli consiglio i moduli che deve usare, se il 5-5-5 o la bi-zona”, chiari riferimenti alle soluzioni tecnico-tattiche assunte dal suo alter ego Oronzo Canà alla guida della Longobarda nei film “L’allenatore nel pallone”. D’altra parte, serve anche la capacità di leggere in anticipo le mosse degli avversari per affrontare con serenità tutte le problematiche che un garante della Costituzione si trova a fronteggiare: Banfi è pronto a fare da consigliere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA