Lisa Fusco, video choc morti coronavirus/ File cadaveri nudi, sui social “vergognoso”

- Silvana Palazzo

Lisa Fusco, video choc su morti coronavirus: “Restiamo a casa, non è un film. È la tragica realtà”. File di cadaveri nudi, post fa scoppiare bufera sui social: “vergognoso”

lisa fusco morti coronavirus
Lisa Fusco, post choc su morti coronavirus
Pubblicità

«Restiamo a casa, non è un film. È la tragica realtà», scrive Lisa Fusco su Instagram per invitare tutti a restare a casa e a rispettare le restrezioni imposte dal governo a causa dell’emergenza coronavirus. Fin qui tutto normale, non è la prima né l’ultima persona del mondo dello spettacolo che usa la sua popolarità per veicolare un messaggio importante. Peccato però che la soubrette abbia deciso di pubblicare insieme al post un video choc. Riguardo l’autenticità del filmato condiviso non ci si può sbilanciare al momento. Nel video, su cui è applicato il disegno di un virus e la scritta “corona virus saiu!”, c’è una persona che riprende diversi cadaveri, file che sembrano quasi interminabili. Uomini e donne, giovani e anziani, nudi e coperti. Le immagini scorrono rapidamente ma catturano diversi particolari anatomici dei cadaveri. Al momento non si può stabilire se siano effettivamente vittime del coronavirus, anche perché ci sono dubbi sull’autenticità del filmato stesso, ma una cosa è certa: il post di Lisa Fusco sta facendo discutere.

Pubblicità

LISA FUSCO, BUFERA PER VIDEO CHOC: “VERGOGNOSO”

«Non sono cose belle da far vedere. Mi dispiace, questa cosa non mi piace proprio… Non sono da far vedere immagini di persone decedute», uno dei commenti al post choc di Lisa Fusco. Ancor più duro un altro utente: «Ma non si può pubblicare un video del genere. È vergognoso». Un altro invece: «Lisa Fusco è una cretina. Il coraggio di postare un video del genere». Nel giro di un’ora dalla sua pubblicazione quel filmato ha generato 10.122 visualizzazioni, un dato tutt’altro che basso. Il video ha urtato, dunque, la sensibilità di diverse persone. È infatti ancor più macabro di quello realizzato a New York, nel quale si vedono caricare diversi cadaveri su un camion. Un filmato che ha ricordato quello dei camion militari che uscivano da Bergamo con le bare dei tanti morti di coronavirus. Ma quello pubblicato da Lisa Fusco non ha niente a che vedere con questi filmati e i follower non hanno perso tempo per farglielo notare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità