LITE CONTE AGNELLI: “FANC*LO C*GLIONE”/ Video Juventus Inter, Procura apre inchiesta

- Fabio Belli

Lite Conte Agnelli in Juventus Inter. Video, “Vaff… cogl…”, “Ci vuole rispetto”. Lo scontro tra il presidente bianconero e il tecnico nerazzurro in semifinale di Coppa Italia.

Agnelli vs Conte 640x300.png

Il giudice sportivo non ha preso provvedimenti sulla lite Conte-Agnelli andata in scena nel corso di Juventus-Inter di martedì, gara valida per il ritorno delle semifinali di Coppa Italia. Arriva però una novità rilevante dalla Procura: «Il Procuratore Federale Giuseppe Chiné ha aperto un’inchiesta relativa al comportamento di dirigenti e tesserati della Juventus e dell’Inter durante e al termine della gara di ritorno della semifinale di Coppa Italia disputata martedì 9 febbraio. Al riguardo è già stato convocato il quarto ufficiale della gara, Daniele Chiffi», riporta la Figc.

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, Stefano Saladin ha messo nel mirino il presidente della Juventus: «Uno spettacolo brutto. Agnelli? Non ci si può comportare come l’ultimo dei tifosi. Serve uno sforzo per essere rappresentativi sempre. In più lui è uno dei rappresentati più importanti nell’ambito del calcio internazionale. Lo stesso Conte, che è lautamente pagato, doveva comportarsi diversamente». (Aggiornamento di MB)

LITE AGNELLI-CONTE, SPUNTA UN RETROSCENA PARATICI-ORIALI

Clima di altissima tensione al termine di Juventus Inter con la lite tra Andrea Agnelli ed Antonio Conte. I due non si sono lasciati benissimo qualche anno fa, quando il tecnico disse addio alla Juventus a ritiro pre-campionato già iniziato, e ieri gli strascichi sono stati evidenti. Ma non è tutto. Come riportato da Gazzetta dello Sport, si è sfiorata la rissa tra Gabriele Oriali e Fabio Paratici. “Non permettetevi di parlare con i nostri giocatori e staff”, il monito del dirigente nerazzurro. Poi la minaccia dell’uomo mercato juventino: “Ti conviene starci lontano, altrimenti è la volta che ti picchio”.

Sui fatti di Torino è arrivato il giudizio del tifoso nerazzurro Paolo Bonolis ai microfoni di Gazzatalk: «E’ sempre molto divertente, la signorilità della famiglia Agnelli si è mostrata un’altra volta. Così come Bonucci, che invita a rispettare l’arbitro ed è il primo a strillare sempre, che sia in campo o in panchina. Non so come possa intervenire in una protesta di Conte nei confronti dell’arbitro, da che pulpito… Evidentemente in casa bianconera si usano due pesi e due misure», riporta TMW. (Aggiornamento di MB)

AGNELLI VS CONTE: “VAFFANC*LO C*GLIONE”

Lite Conte-Agnelli a margine della semifinale di Coppa Italia tra Juventus e Inter. Match non memorabile sul piano dello spettacolo, con uno 0-0 che ha promosso i bianconeri all’atto conclusivo della competizione. Ma a infiammare l’atmosfera ci ha pensato lo scontro tra il presidente juventino e il tecnico interista. Vecchie ruggini che affondano le radici a quando l’attuale tecnico dell’Inter lasciò la Juve per allenare la Nazionale italiana. Lo scontro sarebbe nato all’intervallo: secondo alcune testimonianze Antonio Conte avrebbe rivolto un gestaccio alla tribuna dove siedono i dirigenti juventini, in particolare il presidente Andrea Agnelli e Pavel Nedved. A partita chiusa e a qualificazione acquisita, Agnelli è sceso dalle scale verso il campo e, come mostrato nel video dalle immagini Rai, ha rivolto degli epiteti molto coloriti verso qualcuno: “Vaff…  stai zitto ora cogl…“, sembra dire Agnelli rivolto verso il campo, con il labiale che sembra abbastanza chiaro da interpretare e il destinatario che sarebbe proprio Conte.

LITE CONTE AGNELLI, IL TECNICO: “CI VUOLE RISPETTO”

Conferme sono arrivate da Conte ai microfoni della Rai durante il dopogara e le dichiarazioni di rito: “Non c’è niente da dire, bisognerebbe che ci fosse più sportività e rispetto per chi lavora. Le fonti della Juventus dovrebbero dire la verità, penso che il quarto uomo abbia sentito e visto cosa è successo per tutta la partita. Bisognerebbe essere più educati“. Conte è apparso molto agitato durante tutta la partita, il tecnico interista ha protestato in maniera vibrante già dopo 10′ per un contatto in area tra Lautaro Martinez e Bernardeschi, con il replay che pure aveva dimostrato come non ci fossero gli estremi per la concessione di un rigore. Poco dopo si è visto Conte applaudire platealmente il direttore di gara dopo l’ammonizione comminata a Darmian. Altro scontro con l’arbitro Chiffi mentre da parte juventina era intervenuto Bonucci verso la panchina dell’Inter: “Devi rispettare l’arbitro“. A fine primo tempo, i gesti incriminati che avrebbero scatenato la furia di Agnelli a fine partita.



© RIPRODUZIONE RISERVATA