Location “Buongiorno, Mamma!”/ Dov’è stata girata? Lago di Bracciano e i suoi comuni

- Elisa Porcelluzzi

Buongiorno, Mamma! dov’è stata girata? Location della serie tv in onda su Canale 5: il Lago di Bracciano fa da cornice alla storia della famiglia Borghi.

I protagonisti della fiction ‘Buongiorno, mamma!’
I protagonisti della fiction ‘Buongiorno, mamma!’

Questa sera, martedì 11 maggio, va in onda una nuova puntata di “Buongiorno, mamma!, la fiction con Raoul Bova e Maria Chiara Giannetta. Le vicende della famiglia Borghi sono raccontate attraverso piani temporali differenti, ma l’ambientazione è sempre la stessa: il meraviglioso lago di Bracciano e i suoi comuni, tra cui Trevignano Romano. “Nel 2020 nonostante la pandemia, Bracciano è stata scelta da produzioni cinematografiche e televisive per girare film, fiction e docu film. Ben nove sono stati i set cinematografici che hanno fatto riprese nel territorio del Comune di Bracciano”, ha dichiarato il Sindaco Armando Tondinelli, come riporta Ilmamilio.it. Oltre a “Buongiorno, mamma!”, il lago di Bracciano ha fatto da cornice a “Leonardo”, “La fuggitiva”, “Un matrimonio”, “La bambina che non voleva cantare” su Nada e il film su San Francesco.

La location della fiction “Buongiorno, mamma!”

Il lago di Bracciano è la location principale della fiction “Buongiorno, mamma!”. Si tratta dell’ottavo lago italiano per estensione e il secondo del Lazio, dopo il lago di Bolsena. Il lago di origine vulcanica dista circa 50 km da Roma, per questo già dalla primavera diventa una delle mete più ricercate da chi vive in città. Intorno al lago ci sono boschi e colline, mentre sulle sponde sorgono caratteristici borghi. Tra questi spiccano Trevignano Romano, Anguillara Sabazia e Sutri, che dall’età medievale si sono conservato sostanzialmente intatti. La località in cui è ambientato “Buongiorno mamma!” è anche molto ambita da chi pratica sport: canoa, immersioni e wind surf, ma anche escursioni e Mountain bike. Le riprese della fiction di Canale 5 sarebbero dovute iniziare nel marzo del 2020, ma a causa della pandemia è stato tutto sospeso. Nel corso dell’estate la produzione è riuscita a recuperare il ritardo riorganizzando tutto il lavoro con i protocolli sanitari anti-Covid per la sicurezza degli attori e della troupe.



© RIPRODUZIONE RISERVATA