Lola Ponce: “Mio padre Hector vivo per miracolo”/ “Era intubato per Covid e…”

- Alessandro Nidi

Lola Ponce ha parlato della battaglia contro il Coronavirus combattuta dal padre Hector: “Bisogna ringraziare Dio e la sua forza interiore”

Lola Ponce 640x300
Lola Ponce (Verissimo, 2021)

Lola Ponce è intervenuta in qualità di ospite a “Verissimo”, trasmissione di Canale 5 condotta da Silvia Toffanin. La donna ha rivelato che prima di intraprendere la strada della musica e dello spettacolo stava per diventare dentista: “Mio padre Hector mi ha fatto studiare presso i migliori maestri di Rosario, città dell’Argentina, ed è grazie a lui se ho intrapreso questo percorso. Nella vita bisogna scegliere sempre con il cuore, perché non sbaglia mai”.

Il padre della showgirl ha avuto il Coronavirus recentemente: “È stato un periodo tremendo, perché non avevo mai affrontato un dolore così grande. Quando sei lontano è ancora più dura. Lui è stato intubato e c’erano gli aeroporti chiusi. Quando è stato dimesso, mi ha detto che non sopportava l’idea di non poterci più abbracciare e ringrazio Dio che oggi stia bene. È stato un miracolo che si sia salvato e molto dobbiamo anche alla sua forza interiore, che è unica. Io me lo sentivo che non poteva andare a finire così, ma anche i medici mi hanno detto che è stato forte”.

LOLA PONCE: “HO VESTITO I PANNI DI MINA PER FARE UN REGALO A MIO PADRE”

L’artista ha sottolineato ancora che suo papà non ha mai messo pressione su di lei: “Tu non hai bagagli da portare, mi diceva, aggiungendo di stare solo con le persone che ci amano e che ci vogliono bene”. A “Star in the Star” lei ha interpretato Mina perché si trattava della cantante preferita del papà: “Mina ha unito l’Italia e il resto del mondo con la sua musica e il suo messaggio”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA