Lorenzo Insigne non rinnova con il Napoli?/ Calciomercato: contratto scade nel 2022

- Alessandro Nidi

Lorenzo Insigne, il rinnovo con il Napoli non arriva: dopo gli Europei 2020 incontro con De Laurentiis. Rischio divorzio?

Insigne_Napoli_gol_Fiorentina_lapresse_2018
Lorenzo Insigne (Foto LaPresse)

Lorenzo Insigne e il rinnovo del contratto con il Napoli: sarà questo il nuovo tormentone della sessione estiva di calciomercato? Il rischio è concreto e non solo per via del fatto che il capitano della compagine partenopea è impegnato attualmente nell’avventura agli Europei 2020 con l’Italia di Roberto Mancini, che, francamente, ci auguriamo possa durare il più a lungo possibile, ma anche per le divergenze che si respirano in sede di trattativa.

Occorre però una precisazione a tal proposito: fino a questo momento il giocatore e il club non si sono ancora incontrati per negoziare il nuovo accordo, ma entrambi sono consapevoli che questo dovrà avvenire nel breve periodo, considerato che l’attuale intesa scade nel 2022 e Aurelio De Laurentiis vuole assolutamente evitare di perdere il proprio calciatore a parametro zero. D’altro canto, Insigne è un vero e proprio beniamino a Napoli, un’autentica bandiera per la società e un divorzio non farebbe altro che accrescere il malcontento all’interno della tifoseria. Certo, le esigenze dovranno combaciare: il presidente vuole livellare gli ingaggi della rosa verso il basso, ma Lorenzo “Il Magnifico” vuole vedere tradotta in euro la propria leadership, emersa con prepotenza sul campo da gioco.

LORENZO INSIGNE E IL NAPOLI: RINNOVO O ADDIO?

Lorenzo Insigne al momento è concentrato sull’avventura con la Nazionale e affronterà l’argomento rinnovo con il Napoli soltanto dopo questa parentesi azzurra, consapevole del suo amore per la maglia, ma anche del suo valore tecnico. Inoltre, attende di conoscere quali siano le intenzioni del nuovo allenatore Luciano Spalletti, che dovrà dirgli chiaramente se vorrà puntare con decisione su di lui o no.

Sulla tematica è intervenuto a Radio Punto Nuovo Giuseppe Bruscolotti, difensore del Napoli del primo scudetto (stagione 1986/1987), dichiarando: “Secondo il Napoli non c’è fretta per il rinnovo. Dopo l’Europeo se ne parlerà. Non c’è nulla di cui allarmarsi: parlare di contratto in questo momento potrebbe essere solo un disturbo per l’atleta. C’è ancora un anno di contratto e c’è tempo. Credo che Insigne voglia continuare a rappresentare questa maglia. A detta dell’ex giocatore, la mossa del club campano è quella di attendere la fine degli Europei, nella speranza che Insigne continui a deliziare. Poi, ovviamente, “con questi rinnovi continui le cose si complicano: non vorrei che arrivasse qualche grande squadra che facesse qualche lusinga anche per provare a vincere qualcosa di importante”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA