Lory e Giada Bellugi, moglie e figlia Mauro/ “Quando ho saputo mi son sentita morire”

- Davide Giancristofaro Alberti

Scopriamo qualcosa di più su Lory e Giada Bellugi, rispettivamente la moglie e la figlia del compianto Mauro, morto quest’oggi a 71 anni

Lory e Giada, moglie e figlia Mauro Bellugi
Lory e Giada, moglie e figlia Mauro Bellugi

La morte di Mauro Bellugi, ex difensore di Inter, Bologna e Napoli, è stato un vero e proprio dramma per la sua famiglia. Lory e Giada Bellugi, la moglie e la figlia di Mauro, stanno vivendo questo dramma ormai da mesi. Era novembre quando l’ex calciatore ha iniziato a stare male ed è stato poi ricoverato in ospedale col Covid. In quell’occasione è arrivata la prima drammatica notizia: l’amputazione delle gambe per Bellugi. “Io ero a casa da sola e volevo morire quando mi hanno dato la notizia dell’amputazione. Quando ho chiesto se ci fosse un’alternativa e loro mi hanno detto di no, è come se fossi morta io!” sono state le parole della moglie di Mauro nel corso dell’ospitata di alcuni mesi fa a Live non è la D’Urso. (Aggiornamento di Anna Montesano)

LORY E GIADA BELLUGI, CHI SONO MOGLIE E FIGLIA MAURO

Sono ore di profondo cordoglio quelle che il mondo del calcio (e non solo) sta vivendo per la morte prematura di Mauro Bellugi, ex difensore di Inter, Bologna e Napoli scomparso all’età di 71 anni dopo avere subìto, nei mesi scorsi, l’amputazione di entrambi gli arti inferiori a causa della cancrena che l’aveva colpito (complicanze Covid). In quei frangenti il supporto della famiglia dell’opinionista sportivo è stato determinante, con la moglie Lory e la figlia Giada che gli sono rimaste accanto e non l’hanno lasciato mai solo.

Lo raccontava lui stesso nelle scorse settimane in collegamento con lo studio televisivo di Barbara D’Urso, ai cui microfoni ha candidamente ammesso: Se non ci fossero state mia moglie e mia figlia, io non avrei firmato. L’ho fatto, ma non me la sentivo. La domanda è stata brutta, mi hanno chiesto se mi potevano tagliare le gambe. Non ce n’era una migliore?”. Bellugi aveva poi provato anche a scherzare sull’accaduto: “Mia figlia vuole per me delle protesi moderne come quelle di Zanardi o di Pistorius, ma con quelle sembrerei un canguro!”. (aggiornamento di Alessandro Nidi)

LORY E GIADA BELLUGI, MOGLIE E FIGLIA MAURO: LO CHOC PER L’AMPUTAZIONE

«È stato un anno allucinante, mi auguro che finisca presto e con il 2020 termini tutto il dolore che ha portato. Parlo per la mia famiglia ma anche per le tante persone che hanno subito drammi peggiori». Raccontava così Lory Bellugi, moglie del compianto Mauro, durante un’intervista rilasciata soltanto poche settimane fa, alla fine del mese di dicembre. Era il periodo post-convalescenza per l’ex calciatore dell’Inter, lui che aveva subito l’amputazione di entrambe le gambe a seguito dell’aggravarsi di alcune patologie pregresse dopo l’infezione dal covid.

Lory Bellugi, almeno nelle apparizioni tv e durante le varie interviste delle ultime settimane, si è sempre dimostrata una donna forte, più tendente alla reazione piuttosto che al piagnisteo, ma di fronte ad una notizia choc come la decisione di amputare le gambe al povero Mauro, anche lei ebbe un momento di panico. “Ero incredula!”, aveva raccontato durante un’ospitata da Barbara D’Urso assieme alla figlia, Giada Bellugi.

LORY E GIADA BELLUGI, MOGLIE E FIGLIA MAURO: IL GRAZIE ALLA CURVA NORD

Non si sa moltissimo sulla Bellugi più piccola della famiglia, se non che sia una grande amante della forma fisica, che insegni Zumba e che abiti in provincia di Milano. Andando sul sito Zumba.com si legge infatti una sua breve presentazione: “Ciao! Sono Giada Bellugi ed abito a Settimo Milanese, Lombardia. Sono un membro ZIN™ da Giu 2017 ed amo insegnare lezioni di Zumba. Il motivo è questo: ogni lezione è una festa! Al momento ho la licenza per insegnare Zumba. Vieni con me, ti garantisco che ti divertirai come un matto! Se hai delle domande, non esitare ed inviami un messaggio!”. E proprio Giada, durante l’ultimo periodo di vita di papà Mauro, aveva pubblicato un bello scatto da San Siro in cui si vedeva lo striscione della Curva Nord con scritto: “Esempio di coraggio e forza di volontà. Bellugi la nord ti è vicina”, con tanto di commento “Grazie”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA