Louis Camilleri lascia la Ferrari/ L’a.d. si è dimesso “per motivi personali”

- Mauro Mantegazza

Louis Camilleri lascia la Ferrari: l’a.d. si è dimesso “per motivi personali”. Al suo posto assume l’incarico ad interim il presidente John Elkann.

Camilleri Ferrari
Louis Camilleri, da Twitter

Louis Camilleri lascia la Ferrari: l’amministratore delegato si è dimesso con effetto immediato. Una decisione presa per motivi personali, ma inattesa e improvvisa. La Ferrari ha annunciato l’addio di Camilleri dal ruolo di amministratore delegato e anche di membro del Consiglio di Amministrazione con una nota ufficiale, accompagnandola con le frasi del presidente John Elkann, che allo stesso tempo “prendendo atto con dispiacere di tale decisione, ha annunciato che assumerà la carica di amministratore delegato ad interim, mentre il Consiglio di Amministrazione della Ferrari gestirà il processo già avviato di identificazione del successore di Camilleri”. L’ormai ex a.d. era stato nominato dopo la morte di Sergio Marchionne, nel luglio 2018. Queste le parole con cui Camilleri si è congedato da Maranello: “La Ferrari ha fatto parte della mia vita e servirla come amministratore delegato è stato un grande privilegio. La mia ammirazione per gli straordinari uomini e donne di Maranello, per la passione e la dedizione che mettono in tutto ciò che fanno è illimitata. Sono orgoglioso dei numerosi risultati raggiunti dalla società dal 2018 e so che gli anni migliori della Ferrari devono ancora venire”.

CAMILLERI LASCIA LA FERRARI: LA LETTERA DI ELKANN

L’addio improvviso di Louis Camilleri fa certamente rumore, anche per questo John Elkann ha voluto scrivere una lettera, inviata a tutti i dipendenti della Ferrari, nella quale il presidente e a.d. ad interim ha affermto: “Sono sinceramente grato per tutto ciò che ha fatto Louis per la Ferrari e in particolare per il suo contributo nel momento molto difficile seguito alla prematura scomparsa di Sergio (Marchionne, ndR) nel luglio 2018”. Elkann celebra le qualità di Camilleri: “Louis ha mostrato un incrollabile senso di responsabilità, assicurando continuità alla nostra organizzazione, guidando la Ferrari verso il futuro con un piano strategico ambizioso e lungimirante. Il suo impegno è stato totale, come la fedeltà ai principi del nostro fondatore Enzo Ferrari. Abbiamo aperto un capitolo nuovo completamente nuovo per creare, con il record di 5 nuovi modelli presentati lo scorso anno, la gamma di prodotti più completa della nostra storia. Vorrei esprimere i nostri più sinceri ringraziamenti a Louis per la sua incondizionata dedizione nel ruolo di nostro amministratore delegato dal 2018 e di membro del Consiglio di Amministrazione dal 2015. La sua passione per Ferrari è sconfinata e sotto la sua guida la società si è ulteriormente affermata come una delle più grandi al mondo, capitalizzando il suo patrimonio davvero unico e la sua continua ricerca dell’eccellenza. Auguriamo a lui e alla sua famiglia un lungo e felice periodo di pensionamento”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA