Luca Argentero/ “Doc nelle tue mani? Siamo arrivati al cuore delle persone”

- Emanuele Ambrosio

Luca Argentero torna in tv con le repliche di Doc – Nelle tue mani e rivela: “gli sceneggiatori sono al lavoro sui nuovi episodi”.

L’attore Luca Argentero
L’attore Luca Argentero

Luca Argentero torna in tv con le repliche di Doc – Nelle tue mani, la serie campione d’ascolti di Raiuno. Un progetto importante liberamente ispirato alla storia di Pierdante Piccioni, il medico di Pavia che dopo un incidente stradale finisce in coma per 12 lunghi anni. Nel ruolo del protagonista c’è l’ex concorrente del Grande Fratello che, parlando proprio del successo della fiction, ha dichiarato: “provo un’enorme gratitudine per le manifestazioni d’affetto nei confronti di questo progetto. Sapere di essere riuscito ad arrivare al cuore delle persone è la soddisfazione più grande. Tutti i tasselli erano al posto giusto: sceneggiatura, regia, attori. È un’alchimia difficile e delicata, e forse questa volta l’abbiamo trovata”. Un’alchimia riuscita considerando che la fiction è uno dei prodotti di maggior successo della stagione televisiva con ascolti da record che hanno confermato, ancora una volta, il grandissimo talento di Argentero come attore.

Luca Argentero: dal Grande Fratello al successo con Doc Nelle tue mani

Proprio Luca Argentero, dalle pagine di Tv Sorrisi e Canzoni, ha rassicurato il pubblico su un possibile seguito della fiction: “da grande appassionato di serie, vedere finire una storia è bellissimo ed è il completamento di un percorso, ma alcune porte rimarranno aperte, quindi..”. Non solo, Argentero ha anche aggiunto “gli sceneggiatori sono al lavoro sui nuovi episodi”. Una indiscrezione che è stata poi confermata proprio in questi giorni dall’attore che ha pubblicato una serie di selfie dal set della seconda stagione di Doc che dovrebbe arrivare in video il prossimo anno. Intanto la serie è stata venduta anche all’estero: dalla Spagna al Portogallo, dalla Francia agli Stati Uniti. “La partita ormai si gioca a un livello internazionale, perché siamo abituati a vedere serie che arrivano da tutto il mondo su dieci piattaforme diverse e se quello che facciamo noi non si colloca in mezzo a quei prodotti, non vale la pena di essere fatto” – ha detto Argentero che ha concluso dicendo – “è un motivo d’orgoglio sapere che mentre va in onda in Italia, va in onda anche in altri paesi”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA