LUCA PERRI/ Chi è l’astrofisico della lotta alle fake news (Ogni cosa è illuminata)

- Rossella Pastore

Chi è Luca Perri ospite di Ogni cosa è illuminata per promuovere il suo nuovo libro e scoraggiare il fenomeno delle notizie false (sullo spazio e non solo).

Luca Perri
L'astrofisico Luca Perri

Non solo bufale sullo spazio, ma anche bufale “spaziali”. C’è questo nel nuovo libro di Luca Perri, astrofisico membro dell’Istituto Nazionale di Astrofisica oggi ospite a Ogni cosa è illuminata. Il titolo è Astrobufale non a caso: Luca Perri si propone di spiegarci la genesi, come nascono e come si diffondono, ma anche di insegnarci a individuarle. Classe 1986, Perri è dottorando in astrofisica all’Università dell’Insubria e all’Osservatorio di Brera. Frequenta inoltre l’Osservatorio di Merate e il Planetario di Milano, dove tiene delle conferenze-spettacolo. Da oltre dieci anni si occupa di divulgazione per diversi media. Tra le sue collaborazioni si annoverano quelle con Deagostini, la Repubblica, Focus Junior, il Festival della Scienza di Genova e Bergamoscienza. Per Rai Scuola ha scritto e condotto alcune rubriche dei programmi Memex e Galileo. Il suo primo libro, La pazza scienza. Risultati serissimi di ricerche stravaganti, è stato pubblicato nel 2017.

Luca Perri, un astrofisico “coi piedi per Terra”

Luca Perri non è il solito scienziato barbuto e barboso. Al contrario, il suo modo di fare risulta simpatico e accattivante, al punto tale che leggerlo è come ascoltarlo. Per smarcarci di dosso un po’ di pregiudizi, basti pensare che è diventato famoso grazie a un post su Facebook. I social network sono tutt’oggi il suo principale mezzo di divulgazione, dove ogni giorno elargisce pillole di intelligenza e di conosc(i)enza. Perri non è nemmeno lo studioso col naso perennemente all’insù, di quelli un po’ visionari che parlano  sempre di ufo e marziani. Potrà sembrare un ossimoro, ma l’astrofisico è uno coi piedi per Terra. In Astrobufale, l’autore approfondisce e spiega concretamente alcune caratteristiche del sistema solare. D’altra parte, se si aspira a conoscere l’universo, non si può non esplorare “casa nostra”.

Luca Perri nella lotta alle fake news

“Dal 2013, ogni anno, il World Economic Forum inserisce la diffusione di disinformazione attraverso i media […] nell’elenco dei maggiori rischi per il futuro a livello globale”. Per questo, sostiene Luca Perri, è così importante occuparsi di bufale. Il fenomeno non si può né ignorare né sottovalutare: a detta di Perri, che ha effettuato un piccolo sondaggio, la gente riesce a identificare come “fake” solo un quarto delle news proposte. Il volume è strutturato in questo modo: ogni capitolo è introdotto da due frasi – una vera, l’altra falsa – riguardanti lo spazio. Compito del lettore identificare quella vera prima di leggere il seguito. L’obiettivo del lavoro, comunque, non è solo questo. Oltre a “educare”, infatti, Perri si propone anche di intrattenere. “L’Universo non è fatto di atomi ma di storie”, cita la poetessa statunitense Muriel Rukeyser. Luca Perri fa suo questo motto, scegliendolo come incipit e leitmotiv del racconto: consigliatissimo, in definitiva.

© RIPRODUZIONE RISERVATA