Lucia Azzolina/ “Renderemo le scuole più aperte e innovative”

- Mirko Bompiani

Il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina: “I giovani hanno un estremo bisogno di punti fermi e dobbiamo essere noi a darglieli”

scuola
Lucia Azzolina, ministro dell'Istruzione (LaPresse, 2020)

Un messaggio di speranza e di fiducia nel futuro quello di Lucia Azzolina in occasione della 25esima edizione del Salone Orientamenti di Genova. La titolare dell’Istruzione è intervenuta con un video per la versione virtuale dell’evento, quest’anno dedicata al tema del saper cambiare. Dopo aver esordito con una citazione di Eraclito – «Non c’è nulla di immutabile, tranne l’esigenza di cambiare» – l’esponente del Movimento 5 Stelle ha messo in risalto l’importanza del cambiamento e della trasformazione, come riporta Orizzonte Scuola: «E’ decisivo e indispensabile cambiare, innovarsi, trasformarsi sempre: dobbiamo farlo anche nella scuola e lo abbiamo sperimentato in questi mesi in cui siamo stati tutti impegnati a fronteggiare un’emergenza che ci ha chiamato a nuove sfide».

LUCIA AZZOLINA: “RENDEREMO SCUOLE PIU’ APERTE E INNOVATIVE”

Nel corso del video per la nuova edizione del celebre Salone Orientamenti di Genova, il ministro Lucia Azzolina ha aggiunto a proposito del futuro della scuola: «Continueremo a lavorare in questa direzione anche quando la pandemia sarà finita, per rendere le scuole italiane più aperte, accessibili, innovative e attente all’ambiente». Lucia Azzolina ha poi tenuto a evidenziare: «Orientarsi vuol dire non perdere la rotta, avere dei punti fermi. E i giovani hanno un estremo bisogno di punti fermi e dobbiamo essere noi a darglieli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA