LUCIANA LITTIZZETTO/ L’addio a Davide Graziano: “Potrei non innamorarmi più”

- Morgan K. Barraco

Luciana Littizzetto parla della sua infanzia e dei suoi sogni di gloria, oltre a soffermarsi sul rapporto con l’amore e la sua vita sentimentale.

Luciana Littizzetto io sono giorgia meloni
Luciana Littizzetto a Che tempo che fa

Luciana Littizzetto è cresciuta in un ambiente di ferventi cattolici. I suoi due genitori, mamma sarta e papà operaio Fiat, hanno fatto di tutto per educarla cristianamente (a cominciare dal collegio, il vero protagonista di questa narrazione. D’altra parte, per una bambina, è un’esperienza di responsabilizzazione importante che difficilmente si dimentica). Da qui la sua riverenza e il suo rispetto nei confronti di chi ha fede, come spiega bene Raffaella Carrà: “Tu non colpisci mai la religione in sé, ma gli uomini che fanno la religione”. E continua: “E’ incredibile, ma sia l’Avvenire che Famiglia Cristiana ti sgridacchiano un po’, ma lo fanno ‘accarezzandoti’, bonariamente”. Lei spiega: “Non parlo mai della Chiesa con malizia, con cattiveria. (…) Penso che papa Francesco sia in grado di fare un’operazione di rivoluzione”. Spazio alla clip con la lettera scritta da Lucianina in occasione degli ottant’anni del pontefice. In effetti, non è mai troppo sopra le righe o irriverente. (agg. di Rossella Pastore)

Luciana Littizzetto e la decisione di fare l’attrice

Luciana Littizzetto racconta la sua infanzia trascorsa dalle suore. Al collegio le facevano fare gli esercizi spirituali: “Dicevano: dovete sentire la chiamata!”. Ma lei tornava a casa e si lamentava: “Io non la sento, la chiamata!”. Da piccola, Luciana era un “granellino di pepe” (definizione di suor Franca). In effetti, già a quei tempi, la Littizzetto non stava mai ferma: “Suonavo la chitarra e il basso elettrico”. Ma non solo: ballava (“ero una scarpa”) e voleva fare l’attrice. “Ero innamorata di Pippi Calzelunghe”. Una che viveva nel caos, insomma, un po’ come lei. A un certo punto, però, prese in mano la situazione : “Voglio fare l’attrice”, decise. E suo padre: “Ma bisogna esser belli, neh, per far l’attrice!”. Nonostante le premesse non proprio incoraggianti, Lucianina puntò i piedi e il resto è storia. Mal che vada, si disse, farò “l’attrice di radio”. A parte il lavoro e i suoi sogni in questo senso, la comica parla della sua vita affettiva: “In un certo momento della mia vita ho frequentato solo gente disturbata”. (agg. di Rossella Pastore)

A casa di Luciana Littizzetto

Autrice e attrice comica di successo, Luciana Littizzetto è torinese ed è fiera di esserlo. È proprio dalla sua Torino, e precisamente dal mercato di Porta Palazzo, che inizia il racconto di Raffaella Carrà (o meglio, A raccontare comincia tu). La Carrà riassume brevemente la carriera di Luciana, spiegando che “dietro alle sue battute fulminanti e ai suoi sberleffi da saltimbanco, si nasconde però una satira ‘acuta’”. Al mercato, Raffaella compra tutto l’occorrente per le melizze e la mousse. Le prime le prepara Luciana, l’altra, Raffaella. Le due si incontrano in galleria e insieme si recano a casa dell’intervistata. “Abito dopo il Po”, spiega quest’ultima. Spicca, nell’ingresso dell’abitazione, un prezioso pianoforte a coda: “Sono diplomata in pianoforte, ma come vedi faccio la scema. E c’è un motivo per cui faccio la scema e non suono”. A casa ci sono anche tanti animali e tante piante: è uno zoo e un orto botanico insieme. “Le piante per me sono il top”, commenta la Litti. “Quando sono qui sul terrazzo, disattivo quell’unico neurone che ho e penso a curarle”. Le piante, tra l’altro, le somigliano molto: “Vanno da tutte le parti, si inerpicano, fanno come gli pare”. Da quando il suo coinquilino Davide Graziano se n’è andato, lei ha un po’ di difficoltà nel prendersene cura: “Gli uomini servono a schiacciare gli insetti, fare lavoretti del genere…”, scherza. (agg. di Rossella Pastore)

Luciana Littizzetto sulla separazione da Davide Graziano

Tutto è pronto per un’intervista sui generis che Raffaella Carrà ha preparato per Luciana Littizzetto questa sera nel suo A raccontare comincia tu. Per questa occasione speciale la conduttrice ha pensato bene di fare la spesa e mettersi ai fornelli per preparare un dolce che possa rendere meno amara l’intervista alla comica italiana per eccellenza. Luciana Littizzetto è chiamata a parlare non solo della sua vita professionale, sbocciata proprio grazie al connubio con Fabio Fazio (prima a Quelli che il calcio e poi a Che tempo che fa) ma anche della sua vita privata. In particolare, proprio in questo frangente potrebbe alzare il velo sulla dolorosa separazione dal musicista Davide Graziano con il qualche ha condiviso la sua vita per vent’anni dal 1997 al 2018. I due non si sono mai sposati ma hanno comunque adottato due figli e questo non ha fatto altro che complicare le cose. Durante un’intervista, Luciana Littizzetto ha rivelato: “Tutti facciamo i conti con la disillusione e non riguarda solo gli uomini, ma anche gli amici. Pensavi di avere un rapporto di lealtà e scopri che non è così. Io pretendo il dissenso leale. Al momento sono confusa. Penso che potrei trovare delle sintonie con un’altra persona. Dopo i 50 anni cominci a mettere in conto che potrebbe succederti di non innamorarti più. E quindi impari a pensarti da sola“. Rivelerà ulteriori dettagli questa sera? (Hedda Hopper)

Luciana Littizzetto fa il verso a Giorgia Meloni

L’ironia di Luciana Littizzetto è ormai nota al pubblico italiano, che la segue da tempo e applaude ogni suo monologo irriverente. Spalla perfetta di Fabio Fazio, solca i mari di Che tempo che fa spaziando fra diverse tematiche, fra cui quello della politica. Impossibile non finire nel mirino di Lucianina, come sa bene Giorgia Meloni. In queste ultime settimane, complici meme, remix e molto altro ancora, la leader di Fratelli d’Italia ha dato vita in modo involontario ad uno dei tormentoni più virali di quest’anno. Merito del discorso fatto al comizio del Centrodestra tenuto lo scorso 20 ottobre a Roma e ad alcune frasi significative del suo pensiero, diventate scherno per la comunità LGBT++. Non stupisce quindi che anche la Littizzetto abbia deciso di unirsi al coro, proponendo la sua personale versione della hit. Da “Vogliono che siamo Conduttore 1 e Conduttore 2” invece di “Genitore 1 e Genitore 2”, la comica saltella e fa ballare persino Fazio e trasforma Io sono Giorgia in Io sono Luciana. Clicca qui per guardare il video di Luciana Littizzetto.

Luciana Littizzetto, come mettere un ospite in posizione scomoda

Luciana Littizzetto sa come mettere in una posizione scomoda gli ospiti che si presentano di volta in volta alla corte di Fabio Fazio su Rai 1. Non è immune alla sua verve nemmeno Stefano De Martino, ex ballerino di Amici e ora alla ribalta nel ruolo di conduttore grazie a Stasera tutto è possibile. “Allora te lo chiedo io: ma tu e Belen vi risposate?”, ha chiesto ad un certo punto Lucianina notando la decisione di De Martino di svicolare ad ogni domanda diretta o indiretta sul suo ritorno di fiamma con la Rodriguez. Smentita subito l’ipotesi da parte del ballerino, che ha sottolineato invece come la coppia stia cercando di dare alla luce il secondogenito. Luciana Littizzetto sarà ospite invece di A raccontare comincia tu che andrà in onda oggi, giovedì 14 novembre 2019, su Rai 3. Per una volta nei panni dell’intervistata, siamo sicuri che anche in questo caso la nota comica saprà prendere in mano il timone e guidare, seppur in modo metaforico, l’incontro con Raffaella Carrà. Sarà il suo volto inedito ad emergere in questo nuovo contesto, non solo la Littizzetto artista, che da anni miete successi nel mondo dello spettacolo, ma anche la donna che c’è dietro quell’icona della risata che vediamo spesso sul piccolo schermo.

“Io sono Luciana”



© RIPRODUZIONE RISERVATA