Luciana Littizzetto “risponde” a Giorgia Meloni/ Video: parodia di “Io sono Giorgia”

Luciana Littizzetto show a Che tempo che fa: la comica ha interpretato la parodia di “Io sono Giorgia”, celebre motivetto social su Giorgia Meloni, ecco il video

Luciana Littizzetto io sono giorgia meloni
Luciana Littizzetto a Che tempo che fa

Luciana Littizzetto protagonista a Che tempo che fa. La nota attrice ha interpretato una parodia di “Io sono Giorgia”, motivetto diventato virale sul web negli ultimi giorni e che chiama in causa la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni: il suo intervento alla manifestazione del Centrodestra a Roma del 24 ottobre 2019 è stato remixato ed ha avuto grande fortuna sui social network. Dopo l’interpretazione di Myss Keta durante un concerto, è arrivata la versione della Littizzetto nel salotto di Fabio Fazio: una hit che esordisce con il botto, «Sono Luciana, sono una donna, sono una madre, sono pisquana». Il siparietto ha fatto il giro del web e c’è chi, tra serio e faceto, commenta così: «Ma la Littizzetto perché non si candida, fa una bella campagna elettorale e poi fa politica in Parlamento invece che in Corso Sempione?», le parole del giornalista Paolo Giordano.

LUCIANA LITTIZZETTO, LA PARODIA DI “IO SONO GIORGIA”: IL VIDEO

«Sono Luciana, sono una donna, sono una madre, sono pisquana. Sono Luciana, sono una donna, sono una madre, sono pisquana. Questo è il gioco del Freccero unico, ci devono togliere tutto quello che siamo per farci perdere la nostra identità. Vogliono che siamo: Fazio su RaiUno Fazio su RaiDue, Fazio su RaiUno Fazio su RaiDue, Uno uno uno, che due, Uno uno uno, che due, Uno uno uno, che due. Difendiamo la nostra identità, difendiamo la nostra qualità, poltrone e sofà», questa la prima parte della parodia di Luciana Littizzetto, che chiude ovviamente in maniera molto ironica: «Vogliono che siamo: conduttore uno conduttore due, conduttore uno conduttore due, uno uno uno due due, uno uno uno due due, uno uno uno due due. Sono una donna, non sono una santa, bevo la Coca, bevo la Fanta. Sono una donna, non sono una panda, bevo la Coca, bevo la Fanta». Qui di seguito il video:

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA