LUDOVICA VALLI/ “Mio padre? Imperdonabile”. E la sorella Beatrice a Vieni da me…

- Silvana Palazzo

Ludovica Valli a Vieni da me: “Non perdonerò mai mio padre, per me è uno sconosciuto”. Poi parla della malattia della madre e riceve una sorpresa dalla sorella Beatrice…

ludovica valli vienidame
Ludovica Valli a Vieni da me
Pubblicità

Ludovica Valli ha ricevuto diverse sorprese a “Vieni da me”. Quella più grande è della nonna, che si è presentata in studio. «Siamo simili», racconta a Caterina Balivo. Poi rivela di aver letto il libro della nipote in un solo giorno. «Ero curiosa di leggere cosa avevi scritto. Sei stata molto brava». Poi si commuove vedendo il sorriso della giovane. Quando la conduttrice Caterina Balivo le chiede se abbia fatto qualcosa per convincere il padre delle sue nipoti a tornare sui suoi passi, la nonna spiega: «Ma cosa si può dire ad una persona che sceglie di andare via? È inutile volere una cosa se quella non vuole te». Viene poi sfiorato brevemente il tema amore e la nonna conferma che Ludovica Valli è fidanzata con Gianmario De Gregorio: «Fortunatamente sì, mi piace molto quel ragazzo lì. Ha bisogno di una persona posata e matura». Poi arrivano i videomessaggi della mamma e delle sorelle. «Sono molto orgogliosa del percorso della tua vita. Ti auguro tutto il bene del mondo», le dice mamma Sandra. E poi a ruota le sorelle, tra cui l’altrettanto nota Beatrice: «In bocca al lupo per il futuro e complimenti per i successi che hai avuto finora». (agg. di Silvana Palazzo)

Pubblicità

LUDOVICA VALLI A VIENI DA ME: “ABBANDONATA DA MIO PADRE”

Ludovica Valli, una delle web influencer più seguite in Italia, a “Vieni da me” si racconta tra vita privata e lavoro. «Prima facevo la commessa, mi è sempre piaciuto stare a contatto con la gente e lavorare nella moda». L’ex tronista di Uomini e Donne racconta il dolore per il padre, che ha lasciato moglie e tre figlie da sole, e di cui ha parlato anche nel suo ultimo libro. «Da piccoli non si è consapevoli di tante cose. Quando cresci però senti il peso della mancanza. Oggi mi ritrovo con questo carattere un po’ ribelle e fragile anche per questo. Non ho avuto una protezione paterna. La figlia femmina poi è un po’ la cocca del papà, da proteggere». E poi le sorelle la escludevano: «Erano più grandi, quindi spesso stavo con mia madre». Quando Caterina Balivo le chiede se ci sarà modo di ricostruire il rapporto col padre, Ludovica Valli replica: «Ora è difficile. La figura del genitore serve nella crescita. Oggi lo vedo come uno sconosciuto. Non sa nulla di me. Mi mette in imbarazzo come cosa, ma ci fai l’abitudine. Non lo perdonerò mai».

Pubblicità

LUDOVICA VALLI A VIENI DA ME: LA MALATTIA DELLA MADRE

Uno dei momenti più difficili della vita di Ludovica Valli è stata la malattia della madre, che fu operata alle ovaie per un cancro quando era adolescente. «Essendo più piccola stavo sempre con lei. Il pensiero più grande ero io per lei. Dopo due settimane sono partita, sono andata in Spagna». Qualcosa le scattò e lo spiega in tv: «Ho pensato che dipendevo da lei, non ero responsabile. Mi sono vista cadere il mondo addosso, perché non ero indipendente. Dovevo responsabilizzarmi e crescere. E lei per due mesi non mi ha chiamata». Poi però l’ha perdonata. Invece sulla sua adolescenza rivela: «Non ho un bel ricordo e lo vedo in tanti ragazzi oggi. Per questo cerco trasmettere consapevolezze nelle ragazze che si sentono sbagliate e criticate. Ero cicciotella, non andavo bene a scuola… Ero la pecora nera della famiglia e me lo facevano pesare». Invece sulla nonna: «Mi ha fatto capire tante cose in maniera più sottile. Lei non si è arrabbiata quando sono andata in Spagna, anzi si è fatta un tatuaggio con me».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità