Lupo cecoslovacco, in 5 sbranano donna a Grugliasco/ Morta dissanguata in casa

- Silvana Palazzo

Lupo cecoslovacco, in 5 sbranano donna di 74 anni a Grugliasco: erano della figlia. La madre è morta dissanguata in casa in seguito alle ferite e alle lacerazioni riportate

lupi cecoslovacchi
Cane lupo (Foto: Pixabay)

Una donna di 74 anni è morta ieri dopo essere stata sbranata dai cinque cani lupo cecoslovacco – un maschio, una femmina e tre cuccioli – di proprietà della figlia. La tragedia è avvenuta nel tardo pomeriggio di ieri a Grugliasco, nell’hinterland di Torino. Mariangela Zaffino, questo il nome della vittima, si trovava all’interno della propria abitazione in via Boves 12 quando è stata aggredita dai cani lupo della figlia, che non si trovava in casa in quel momento. Ma sarebbe stata proprio quest’ultima a dare l’allarme. Tornata a casa quando era già buio, ha assistito ad una scena spaventosa: ha visto gli animali che aggredivano la madre, agendo come un branco. La donna è riuscita a liberare la madre dai morsi dei cani lupo dopo diversi minuti, ma era ormai troppo tardi per salvarla. Il corpo della donna era martoriato. Secondo quanto riportato da la Stampa, il medico legale ritiene che la donna sia morta per le ferite riportate e per il dissanguamento causato dalle lacerazioni riportate su braccia e gambe.

GRUGLIASCO, SBRANATA DA 5 CANI LUPO CECOSLOVACCHI DELLA FIGLIA

La proprietaria dei cani lupo cecoslovacchi è riuscita a rinchiuderli in un’auto dopo l’aggressione alla madre, in attesa dei veterinari, che li hanno poi messi in sicurezza. Ora i veterinari dovranno valutare l’abbattimento degli animali, mentre sono in corso le indagini della magistratura. Quella del lupo cecoslovacco è una razza nata negli anni ’50 dall’incrocio tra pastori tedeschi e lupi dei Carpazi, ma fu riconosciuta ufficialmente negli anni ’80. Secondo quanto riportato da Repubblica, forse la donna voleva creare un allevamento amatoriale. I vicini di casa hanno raccontato di aver sentito delle urla, ma non si sono accorti di ciò che stava accadendo nell’appartamento al pian terreno di una palazzina di tre piani alla periferia di Grugliasco. «Abbiamo visto l’ambulanza ma non immaginavamo una cosa del genere, si vedeva spesso la figlia girare con quei cani e anche la madre la aiutava ad accudirli», ha dichiarato una vicina al quotidiano.



© RIPRODUZIONE RISERVATA