M5S, ELETTI ELEZIONI UMBRIA 2019/ Nomi consiglieri regionali e preferenze

- Silvana Palazzo

M5s, chi sono gli eletti alle Elezioni Regionali Umbria 2019: seggi e preferenze, elenco completo dei nomi dei consiglieri del Movimento 5 Stelle. Un solo posto per i grillini…

di maio dimissioni m5s
Luigi Di Maio (LaPresse)
Pubblicità

Terminato lo spoglio dei voti delle elezioni regionali in Umbria, un solo seggio in Consiglio regionale per il M5s. Il partito guidato da Luigi Di Maio è tra i grandi sconfitti della tornata elettorale, scendendo al 7,41%: un risultato che rappresenta pressoché la metà dei consensi rispetto alle elezioni del 2014 (14,55%). Come già anticipato, il consigliere eletto è Thomas De Luca: per lui 2527 preferenze. Angelica Trenta è “la prima degli ultimi” con 1919 preferenze, seguita da Maria Grazia Carbonari con 1.789 preferenze, Cristian Brutti con 1.127 preferenze, Fausto Savini con 376 preferenze, Simonetta Checcobelli con 335 preferenze. Qui di seguito i restanti candidati consiglieri grillini non eletti: Lucia Vergaglia (322, Fabio Andrea Petrini (278, Serenella Bartolomei (181, Alice Lupatelli (159, Antonello Semeraro (156, Luciano Pellegrini (148, Michele Pietrelli (141), Andrea Ciprini (113), Elisa Gallina (112), Claudio Patricolo (98), Sabrina Liberatoscioli (95), Gennaro Spiezio (80), Dario Toffano (72), Paola Pucci (68). (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

Elezioni Regionali Umbria 2019: Come si vota – sondaggi – candidati (Tesei – Bianconi – Ricci – Rubicondi – Camuzzi – Carletti – Pappalardo – Cirillo) – consiglieri eletti: LegaPd

Pubblicità

M5S, ELEZIONI UMBRIA 2019: CONSIGLIERI REGIONALI ELETTI

Il Movimento 5 Stelle ha conquistato un solo seggio dopo le Elezioni Regionali in Umbria. Un risultato in linea con quanto accaduto nella precedente tornata elettorale, ma i risultati mostrano un netto calo nelle preferenze. Sono 30.953 quelle raccolte dai pentastellati, che corrisponde al 7,41 per cento. Se consideriamo i numeri del M5s a livello nazionale, si parla inevitabilmente di crollo. Invece per le percentuali è un vero e proprio dimezzamento. La sostanza però non cambia: resta fermo a uno il numero dei consiglieri eletti. Il dato delle preferenze è relativo, a differenza delle percentuali dei partiti, ma si può già abbozzare un’analisi sul consigliere che farà parte del Consiglio regionale umbro. Con 975 sezioni scrutinate su 1005 è favorito Thomas De Luca, che ha raccolto 2.522 voti. Sono 1.914 quelli raccolto da Angelica Trenta, a quota 1.566 Maria Grazia Carbonari e quindi Cristian Brutti con 1.107 preferenze. Gli altri 16 candidati del Movimento 5 Stelle non raggiungono neppure i 400 voti.

Pubblicità

M5S, CONSIGLIERI ELETTI E PREFERENZE NEL 2015

Più che un calo quello del Movimento 5 Stelle in Umbria è un crollo rumoroso. Seppur nella sostanza sia cambiato poco, visto che è stato confermato un solo seggio nel Consiglio comunale, questi risultati delle Elezioni Regionali in Umbria assumono una forma diversa rispetto alla tornata elettorale del 2015. In quell’occasione il candidato Andrea Liberati, che correva col solo sostegno del Movimento 5 Stelle, raccolse 53.458 voti, che corrispondevano al 14,31 per cento dei voti. Il partito invece era a quota 51.203 con il 14,55 per cento di voti. Maria Grazia Carbonari fu eletta con 1085 voti, quattro in più rispetto a Claudio Fiorelli. Non è stata confermata, sebbene quest’anno abbia raccolto più voti. E quindi cambia volto il seggio del M5s: saluta la Vice Presidente della Prima Commissione Consiliare Permanente e membro della Terza Commissione Consiliare Permanente, del Comitato per il controllo e la valutazione, della Commissione d’inchiesta su “gestione delle imprese della mobilità pubblica partecipate della Regione Umbria e membro della commissione speciale per le riforme statutarie e regolamentari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità