Macron: “Basta Ue egoista”/ Coronavirus: “Francia al fianco dell’Italia”

- Carmine Massimo Balsamo

Coronavirus, Macron tende la mano all’Italia: “Non supereremo questa crisi senza una solidarietà europea forte, a livello sanitario e finanziario”.

macron coronavirus
Conte e Macron al Consiglio Europeo (LaPresse)
Pubblicità

E’ necessaria una Unione Europea diversa per sconfiggere il coronavirus e ripartire: ne è sicuro Emmanuel Macron, numero uno della Francia intervenuto ai microfoni di Repubblica, La Stampa e Corriere della Sera. Il leader di En Marche ha evidenziato che Parigi «è al fianco dell’Italia» e che non vuole «un’Europa egoista e divisa»: «Non supereremo questa crisi senza una solidarietà europea forte, a livello sanitario e finanziario. L’Ue, la zona euro, si riducono a un’istituzione monetaria e a un insieme di regole che consentono a ogni Stato di agire per conto suo? O si agisce insieme per finanziare le nostre spese, i nostri bisogni in questa crisi vitale?». Negli ultimi giorni si è parlato molto della fumata raggiunta al Consiglio europeo di giovedì scorso, in relazione soprattutto alla reazione muscolare del premier italiano Giuseppe Conte: «Abbiamo deciso di continuare questo fondamentale dibattito, al più elevato livello politico, nelle prossime settimane. Non possiamo abbandonare questa battaglia».

Pubblicità

MACRON: “FRANCIA AL FIANCO DELL’ITALIA”

Dopo aver parlato delle misure restrittive adottate per contrastare l’emergenza coronavirus – «La scienza ci ha illuminato e l’Italia ci ha preceduto in questa crisi che abbiamo potuto trarne le lezioni per noi stessi»Emmanuel Macron si è soffermato sulle recenti dichiarazioni di Mario Draghi: «Ho letto con grande interesse l’intervento pubblicato da Mario Draghi questa settimana. Condivido la sua lettura della crisi e credo che dica esattamente questo: i governi nazionali devono agire senza limiti e la solidarietà europea deve fare la propria parte». Il presidente francese ha poi aggiunto: «Dice anche che l’Europa ha tutte le risorse per farcela, un sistema finanziario solido e un servizio pubblico di qualità. L’unica questione è la sua volontà di agire, di farlo insieme e di farlo velocemente: è per questo che lotto, con Giuseppe Conte in particolare».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità