Madame/ Video, “Marea” è il nuovo singolo, ritmo tribale perfetto per l’estate

- Lucia Filardi

Madame si aggiunge, con la sua ‘Marea’, alle hit che ci accompagneranno durante l’estate. Il nuovo singolo ha un ritmo che coinvolge diversi elementi: dal samba al calipso.

Madame
Copertina dell'album di Madame

Arriva anche Madame tra le hit che ci accompagneranno durante questa estate. Il suo nuovo singolo è ”Marea”, estratto dal suo disco d’esordio uscito post-Sanremo a marzo per Sugar Music. Il brano, dunque, non è inedito ma arriva giusto in tempo per la bella stagione nelle radio italiane per travolgere come un’onda gli ascoltatori. La canzone vede la produzione di Dardust e Bias, mentre il testo ha la firma di Francesca Calearo (vero nome di Madame). ”Marea” ha un sound quasi ipnotico e un ritmo tribale che sembra arrivare da un altro continente, coinvolge infatti elementi di diverso genere: dal samba al calipso, fino ai ritmi tipici dell’estate. Il testo è invece evocativo e pieno di suggestioni, trasmette la sensazione di perdersi, di lasciarsi andare e di provare emozioni forti allo stesso tempo.

Madame: nuova artista da tenere d’occhio

C’è chi l’ha conosciuta soprattutto grazie all’ultimo Festival di Sanremo (in cui ha partecipato con la sua ”Voce”), ma Madame ha ottenuto notorietà sul digitale già nel 2018 con il brano ”Sciccherie” che ottenne la certificazione di disco d’oro e venne condiviso sui social da Cristiano Ronaldo (al momento il secondo account più seguito sulla piattaforma). Aveva solo 16 anni in quell’anno e firmò il suo primo, e attuale, contratto discografico con la Sugar Music, fu allora che si affermò come una delle artiste emergenti da tenere d’occhio. Madame scrive perlopiù usando rime, figure retoriche e una metrica diversa dai pezzi di genere rap, il suo è infatti uno stile più urban che prende come punti d’ispirazione anche musica strumentale e neomelodica siciliana. Per comprendere l’unicità della cantante basta pensare che le sue influenze maggiori spaziano da De Andrè a Rkomi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA