“Maddie McCann forse viva”/ Procura fa passo indietro “nessuna prova della morte”

- Emanuela Longo

“Maddie McCann forse viva”: passo indietro da parte della procura tedesca che indaga sul caso. Nessuna prova della morte della bambina inglese

maddie_mccann_web_2007
Maddie McCann, ultime notizie

Da circa dieci giorni il caso della piccola Maddie McCann è tornato al centro dell’attenzione dopo che la procura tedesca aveva ormai ipotizzato la sua morte. Una ipotesi che in realtà dalle parole del procuratore Hans Wolters che indaga sul caso era apparsa come una convinzione vera e propria giunta in concomitanza con alcune novità eclatanti. Maddie era scomparsa da Praia de Luz in Portogallo nel 2007 e da allora si erano perse completamente le tracce della bambina. Dopo l’ipotesi della sua morte, adesso arriva però il passo indietro da parte dello stesso procuratore che intervistato dal Mirror ora fa un passo indietro: “Non abbiamo prove che Maddie sia morta”, dice. Cambio di idea, dunque, per Wolters che adesso interviene “per non uccidere la speranza” e dice che la piccola potrebbe essere ancora viva in mancanza di “prove forensi”. In precedenza oltre alla convinzione del contrario era spuntato anche un nuovo principale sospettato, il 43enne tedesco Christian Breuckner, con precedenti per pedofilia e droga e già condannato in primo grado per lo stupro di una donna 72enne. L’uomo si trova attualmente in carcere a Kiel.

MADDIE MCCANN, I SOSPETTI SU BREUCKNER

Le indagini in corso sulla misteriosa scomparsa della piccola Maddie McCann hanno portato a concentrare l’attenzione su Breuckner considerato il principale sospettato della sparizione della bambina. Il 43enne continua a rifiutarsi di collaborare con gli inquirenti. Nel periodo della scomparsa di Maddie anche lui si trovava in Portogallo. Contro l’uomo già in passato erano emersi sospetti legati sempre alla sparizione della bambina: nel 2013 gli investigatori tedeschi collegarono l’uomo alla sparizione della piccola inglese comunicando al diretto interessato le indagini in corso sul suo conto e dandogli, forse, la possibilità di poter far sparire le prove contro di lui, come racconta il quotidiano Spiegel. Secondo il quotidiano Bild, poi, gli inquirenti hanno individuato il complice che avrebbe segnalato a Breuckner la stanza vuota in cui alloggiava Maddie e la famiglia, nel villaggio turistico dove la famiglia britannica alloggiava e dove i McCann  stavano trascorrendo le vacanze. La sera del 3 maggio 2007 di Maddie si persero per sempre le tracce. Adesso però arriva il passo indietro del procuratore tedesco: potrebbe essere ancora viva.



© RIPRODUZIONE RISERVATA