Mago Candido condannato per truffa/ “Mai parlato coi morti, esorcismi? Io cattolico…”

- Emanuela Longo

Mago Candido, il cartomante condannato per truffa spiega perchè ha deciso di patteggiare e smentisce di aver mai fatto degli esorcismi

mago candido canale italia 640x300
Mago Candido

Renzo Martini è conosciuto con il nome d’arte di Mago Candido ed è uno dei più noti cartomanti d’Italia. Il suo nome lo scorso anno salì agli onori della cronaca dopo essere finito in manette con l’accusa di truffa aggravata e associazione a delinquere nei confronti di almeno 450 clienti. Di recente è stato condannato per associazione a delinquere finalizzata a truffare 86 suoi clienti a 4 anni e 4 mesi dopo aver patteggiato. In una recente intervista al quotidiano Corriere della Sera, l’uomo ha raccontato qual è la sua attuale situazione svelando il sequestro della sua Jaguar e l’intenzione di pagare il suo debito. “Non ho truffato nessuno, si sono costituiti parte civile solo in quattro”, si difende subito.

Nonostante questo ha però deciso di patteggiare senza quindi affrontare un processo, spiegandone anche il motivo: “Ho patteggiato perché ho 70 anni, sono malato, non volevo restare in ballo altri dieci anni. E poi mi spiaceva per mia figlia”. Il riferimento è a Vanessa, che ha patteggiato 3 anni e 4 mesi: “Lei non c’entra niente come mia moglie che ha patteggiato 1 anno e 8 mesi, pena sospesa”, dice.

MAGO CANDIDO DOPO LA CONDANNA PER TRUFFA: NESSUN ESORCISMO

E’ passato un anno da quando gli uomini della Guardia di Finanza hanno bussato alla sua porta al termine di una indagine iniziata quattro anni prima dopo la segnalazione della banca per un bonifico di 30 mila euro della figlia al commercialista. Nell’ambito dell’inchiesta sono stati ascoltati 450 clienti su oltre mille in tutta Italia: “I clienti non mi hanno denunciato. Mi vogliono bene”, dice oggi Mago Candido. Ma tra loro c’è anche chi ha sostenuto che lui parlasse con i defunti: “Non ho mai parlato con i defunti. È da criminali”, si difende l’uomo. E smentisce anche di aver preso soldi speculando sulla malattia: “È contro la mia coscienza. Quel signore mi aveva dato 15 mila euro perché era geloso della sua donna”, ha spiegato riferendosi ad un clienti che sostiene di avergli dato 100 mila euro per curare la madre. E gli altri 85 mila? Mago Candido le giustifica asserendo: “Aveva perso 500 mila euro. Voleva riaverli, mi ha dato 100 mila euro, perché è ricco”. Lui glieli avrebbe fatti tornare con dei riti “segreti”. Mago Candido nega anche di aver fatto degli esorcismi: “Tutto falso. Io sono un cattolico”. Ed ammette di lavorare non con i disperati bensì con “molti professionisti”. Lo scorso anno ha ammesso di aver dichiarato due milioni di euro “tutto tracciabile” grazie alla magia. Ma non avrebbe alcuna intenzione di tornare in tv anche se glielo avrebbero chiesto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA