Mahmood, Caro Battiato/ Il suo grande sogno era incontrare il maestro Franco Battiato

- Matteo Fantozzi

Mahmood è pronto per tornare al Festival di Sanremo con Brividi, intanto stasera avremo la possibilità di riammirare la sua bravura con la replica di Caro Battiato su Rai 3.

Mahmood
Mahmood

Mahmood aveva un grande sogno e cioè quello di conoscere il maestro Franco Battiato, lo raccontò a Vanity Fair proprio poco prima della morte dello stesso. Stasera lo rivedremo nella replica di Caro Battiato su Rai 3. Durante l’intervista il giovane cantante ha specificato: “Ho il sogno di incontrare Battiato da quando mi rapì dalla radio di una macchina mentre stavo andando al mare. Con I treni di Tozeur io scoprii l’estasi. Salutarlo come fossimo in quello splendido capolavoro della sua Alexander Platz”. C’è da dire ovviamente che lo stile di Mahmood è decisamente diverso rispetto a quello del grande Battiato, ma questo ci fa capire anche la sua grande cultura musicale che va al di là della trap che porta sul palcoscenico. Vedremo come si comporterà nella personalissima cover che interpreterà stasera nel programma che consigliamo assolutamente di guardare chi se lo sia perso durante la primissima messa in onda alcuni mesi fa.

Mahmood, il successo con il brano Soldi

Mahmood è un cantante nato a Milano il 12 settembre 1992 che realizza principalmente canzoni rap. Ha raggiunto il grande pubblico italiano grazie alla sua partecipazione e alla sua vittoria al Festival della canzone italiana di Sanremo del 2019 con il suo ineditoSoldi” con il quale ha conquistato l’approvazione e l’affetto di numerose persone, che hanno iniziato a cantare la canzone senza sosta. Inoltre, ottenendo la vittoria al Festival si è aggiudicato l’opportunità di partecipare all’Eurovision Song Contest, come tutti i vincitori di Sanremo ogni anno, potendo, in questo modo, essere fieramente rappresentante dell’Italia in questo concorso europeo, ottenendo anche su questo palco grande successo e approvazione. Come si può notare anche nei suoi brani, oltre che dal suo nome, ha alcune influenze egiziane che derivano dalla nazionalità del padre. Alessandro Mahmoud, in arte Mahmood, ha iniziato a studiare canto fin da quando era piccolo, amando fin da subito questo mondo e volendo creare immediatamente qualcosa per sfondare nel panorama musicale italiano, e così è accaduto. Prima del grande successo al Festival di Sanremo aveva già avuto qualche esperienza in televisione e in varie competizioni e show musicali, tra cui anche X Factor. Gli album da lui prodotti fino ad ora sono due, Gioventù bruciata nel 2019 e Ghettolimpo recentemente nel 2021. Tra i vari riconoscimenti da lui ottenuti si ricordano principalmente, oltre certamente alla vittoria di Sanremo: l’MTV Europe Music Awards come miglior artista italiano, il SEAT Music Awards per il CD d’oro Gioventù Bruciata e per il singolo multiplatino “Soldi”, il certificato VEVO per aver raggiunto 100 milioni di visualizzazioni grazie al brano portato al festival.

Il ritorno al Festival di Sanremo con “Brividi”

Nel febbraio 2022 Mahmood ritornerà a calcare il palco di Sanremo in collaborazione con Blanco con l’inedito “Brividi”. Per Mahmood si tratta della seconda volta a Sanremo, mentre per Blanco a febbraio ci sarà il debutto su questo famoso palco, amato dagli italiani. Quasi sicuramente a seguito di questa esperienza uscirà un nuovo disco e un tour associato. Se ciò si dovesse verificare, perciò, è consigliato tenere controllato online la fuoriuscita dei biglietti, dal momento che essendo così amato soprattutto tra i giovani, i biglietti esauriscono molto velocemente. Sicuramente c’è grande curiosità dopo che alla primissima volta al Teatro Ariston aveva addirittura centrato la vittoria con la canzone Soldi quando ai più era ancora sconosciuto. Per sapere come andranno le cose bisognerà solamente aspettare.







© RIPRODUZIONE RISERVATA