MAHMOOD/ Fa pace con Salvini: “Voglio l’autografo per mio figlio Federico”

- Emanuele Ambrosio

Mahmood in replica al Maurizio Costanzo Show. Stretta di mano con Matteo Salvini: “lui è milanese come me” e il rapporto con il padre

salvini maurizio costanzo mahmood 2019
Matteo Salvini e Mahmood, Maurizio Costanzo Show (Instagram, 361Magazine)

“C’è Mahmood, Alessandro, mio concittadino“. Così Matteo Salvini “accoglie” in studio il vincitore di Sanremo. “Perché non vi salutate?”, invita Maurizio Costanzo. Il suo obiettivo è di fare da paciere, dopo qualche incomprensione sui social network. Alla notizia del trionfo, infatti, il ministro dell’Interno ha pubblicato un tweet che ha fatto discutere. Ma il senso non era quello (fra)inteso dai detrattori: semplicemente, a Salvini non piace la sua musica. “Hanno costruito delle polemiche inesistenti”, spiega il leader leghista, “a distanza abbiamo chiarito, abbiamo messaggiato. Hanno strumentalizzato un po’. E’ vero, io non sono il campione dell’integrazione, ma mio figlio Federico è strafan. Poi mi fai l’autografo e lo porto a casa volentieri”. Dopo le “scuse” di Salvini, si passa a parlare di musica. “Hai venduto una cosa impressionante. E’ veramente pazzesco”, dice Costanzo ammirato. “Il brano Soldi è tra i 40 più ascoltati al mondo, il video supera i 53 milioni di visualizzazioni, pensate voi”. La prima domanda è: “Vuoi dire qualcosa a tuo padre (a cui la canzone è rivolta, ndr)?”. Mahmood è sobrio e diplomatico: “Abbiamo preso delle strade diverse, però ogni tanto ci sentiamo. Io gli auguro tutto il meglio”. (agg. di Rossella Pastore)

Mahmood ospite di Maurizio Costanzo

Mahmood ospite del Maurizio Costanzo Show, il talk di successo riproposto in replica da domenica 14 luglio 2019 su Canale 5. Il vincitore di Sanremo 2019 è tra gli ospiti più attesi della puntata che ha visto tra gli altri protagonisti anche il vicepremier Matteo Salvini, Mara Venier e la (ex) coppia Francesco Monte e Giulia Salemi. Durante la puntata Mahmood ha raccontato del rapporto conflittuale col padre a cui ha dedicato in parte la canzone “Soldi“. Un rapporto difficile che ha visto il giovane cantante rivelare di essere cresciuto senza la presenza del padre. Un rapporto in parte raccontato nel brano vincitore di Sanremo 2019, visto che Alessandro Mahmoud preferisce mantenere del riserbo sulla sua vita privata.

Mahmood: Soldi e il rapporto con il padre

“Soldi” è il titolo della canzone che ha permesso a Mahmood di trionfare durante la 69esima edizione del Festival della Canzone Italiana. Un brano che ha conquistato critica e pubblico diventando una vera e propria hit capace di conquistare anche il mercato israeliano e sfiorare per poco la vittoria all’Eurovision Song Contest 2019. Un ritornello accattivante che è entrato nella testa di milioni di italiani, ma che racconta (in parte) il difficile rapporto di un figlio col padre. “Io e mio padre abbiamo preso delle strade diverse, però ogni tanto ci sentiamo. Se devo fargli un augurio per la festa del papà gli auguro tutto il meglio” ha rivelato il cantante al Maurizio Costanzo Show lasciando trasparire un rapporto ancora oggi non confidenziale tra i due. Poco dopo Mahmood si è esibito sulle note di “Soldi” coinvolgendo ancora una volta il pubblico presente in studio.

Mahmood e Matteo Salvini: “la vicenda è stata strumentalizzata”

Durante la puntata del Maurizio Costanzo Show, Mahmood ha condiviso il palcoscenico con Matteo Salvini, vicepremier e Presidente della Lega che per l’occasione ha voluto chiarire una volta quanto successo dopo la vittoria del cantante a Sanremo 2019. “Hanno costruito delle polemiche inutili su di noi” ha detto Matteo Salvini parlando di Mahmood e precisando che il figlio è un suo grandissimo fan. “La vicenda è stata strumentalizzata” ha detto Mahmood, che poco dopo ha stretto la mano al vicepremier che prontamente ha replicato: “lui è milanese come me e mi devi fare un autografo, mio figlio è un tuo fan”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA