MAHMOOD/ “Consigli a Diodato? Ho poco da dirgli, se non di…” (Europe Shine a Light)

- Matteo Fantozzi

Mahmood, Europe Shine a Light: nuova chance per mettersi in mostra dopo aver sfiorato la vittoria dell’Eurovision. Consigli a Diodato? Solo uno…

Mahmood
Mahmood (Instagram, 2019)

Il primo ospite della serata italiana di Europe Shine a Light è Mahmood, l’artista in gara per la nostra nazione nel corso dell’edizione 2019 dell’Eurovision Song Contest. A intervistarlo ci sono Federico Russo e Flavio Insinna, riconfermati al timone dell’evento anche quest’anno: “Mahmood, tu sei andato a tanto così dalla vittoria e sei stato l’artista che ha venduto di più”, gli ricordano i conduttori. Lui conferma: “È stato incredibile tutto l’insieme, il posto, non ero mai stato a Tel Aviv. Lì la gente ci diceva che la canzone era forte, la cantavano in inglese, con il loro accento”. Insomma, questo l’aneddoto divertente. E il suo ricordo più ‘caro’ è altrettanto esilarante: “Un giorno ci siamo fatti un giro e siamo andati al Mar Morto. Io ho fatto la foto con il fango bagnato, l’argilla, che mi ero spalmato addosso”. L’ultima dichiarazione riguarda Diodato: “Devo dire che ho pochi consigli da dargli, perché a Sanremo è stato veramente bravo. Gli dico solo di dare il suo massimo, ché andrà tutto benissimo”. (agg. di Rossella Pastore)

Mahmood ospite di Europe Shine a Light

Mahmood, lo scorso anno, dopo la vittoria tra mille polemiche al Festival di Sanremo con ”Soldi”, era andato vicinissimo al trionfo all’Eurovision Song Contest, piazzandosi al secondo posto di fronte al pubblico europeo. Questi due prestigiosi piazzamenti hanno permesso a Mahmood di arrivare al successo sulla scena musicale italiana, imponendosi come una delle figure di maggiore spicco e interesse nel panorama artistico del nostro Paese. Il successo che poi lo ha consacrato al grande pubblico è stata la hit estiva ”Calipso”, scritta, prodotta e realizzata con Sferaebbasta e Dardust. Lo vedremo protagonista anche all’Europe Shine a Light in un anno così difficile come quello in cui il mondo è stato colpito dal Coronavirus.

Mahmood, “Rapide” eguaglia il successo di “Soldi”?

Nel 2020 il cantante italiano di origini egiziane Mahmood ha tirato fuori un altro grande successo, ”Rapide”, pur decidendo di non prendere parte al Festival di Sanremo per cercare di difendere il titolo vinto l’anno precedente. Ora Mahmood è pronto a prendersi la scena a questa versione alternativa dell’Eurovision Song Contest, in quanto partecipante della scorsa edizione. Non si sa ancora molto sul pezzo che Mahmood presenterà ai giudici europei, ma intanto il cantante e produttore sta per lanciare un singolo a forti tinte rap e trap insieme ad un altro emergente della scena italiana, ovvero Massimo Pericolo.

Fuori dal mondo del gossip

Mahmood non ama essere al centro della scena per quanto riguarda il gossip, pur essendo stato suo malgrado oggetto di dibattito politico e non solo dopo la vittoria di Sanremo 2019. Le prime polemiche che lo hanno riguardato sono relative alle dichiarazioni di Ultimo, arrivato secondo proprio alle spalle del cantante italo-egiziano nella scorsa edizione del Festival dell’Ariston. Mahmood è stato poi oggetto di polemiche politiche da parte di alcuni esponenti di partiti più conservatori, per via delle sue radici egiziane, malgrado l’artista abbia sempre dichiarato di sentirsi solo e soltanto italiano. Poco si sa anche sulla vita privata del ragazzo, molto riservato sulle sue relazioni amorose, anche se in estate ha presentato in occasione di un evento mondano il suo compagno. Si tratta del lucchese Lorenzo Tobia Marcucci, impegnato nel mondo della moda con il marchio prestigioso Guidi.

Video, Redemption Song di Mahmood



© RIPRODUZIONE RISERVATA