Malattia Eleonora Giorgi: “Soffro di artrite come papà”/ “Primi sintomi a 37 anni”

- Stella Dibenedetto

Malattia Eleonora Giorgia, qual è? L’artrite reumatoide. “Ne soffro da quando avevo 37 anni. E’ la stessa malattia che avevano papà e nonno”.

eleonora giorgi la vita in diretta min 640x300
Eleonora Giorgi a La Vita in diretta

Eleonora Giorgi soffre di artrite reumatoide, la stessa malattia di cui hanno sofferto il padre e il nonno. A rivelarlo è stata la stessa attrice che oggi, martedì 24 novembre, è ospite del programma di Serena Bortone, in onda su Raiuno, “Oggi è un altro giorno”. Una malattia di cui ha cominciato a soffrire quando aveva solo 37 anni, età in cui si sono manifestati i primi sintomi come ha spiegato lei stessa in un’intervista rilasciata a Verissimo nel 2019. “Ho la stessa malattia di cui soffrivano mio nonno e mio padre. Mi torna in mente, sempre, la mano di mio nonno. Lui amava scrivere. Ma la sua malattia, l’artrite, gli aveva deformato le dita”. Per quanto riguarda lei, i sintomi si sono via via acuiti”, raccontava Eleonora Giorgi a Silvia Toffanin aggiungendo di avere enormi difficoltà nel porgere la mano per un saluto.

MALATTIA ELEONORA GIORGI: “HO L’ARTRITE REUMATOIDE, MA NON MI ARRENDO”

Eleonora Giorgi, dopo aver cominciato ad accusare i primi sintomi, nonostante non sia facile, ha deciso di non arrendersi e combattere contro l’artrite reumatoide come ha spiegato lei stessa in un’intervista rilasciata ai microfoni di Ok Salute. “Un fastidio pesante, anche in scena: a poco a poco ho iniziato a nascondere la destra con ogni trucco e ad andare a letto indossando un guanto di gomma pieno di antinfiammatori. Ma ho deciso di non arrendermi”, ha raccontato l’attrice. A 37 anni ha cominciato a sentire primi dolori alle articolazioni della mano, vicino alla base delle dita non dando, inizialmente, importanza a quei sintomi. Anno dopo anno, però, quei sintomi sono diventati sempre più fastidiosi e ha deciso di approfondire scoprendo di avere la stessa malattia che avevano il padre e il nonno e con cui convive.

© RIPRODUZIONE RISERVATA