Malattia Valeria Fabrizi:”Ho affrontato un tumore”/ L’essere impegnata mi ha aiutato ad affrontarlo

- Emanuele Ambrosio

Valeria Fabrizi e la malattia: l’amatissima attrice protagonista di “Che Dio ci aiuti” ha dovuto combattere un tumore. Una battaglia vinta

Valeria Fabrizi min 640x300
Valeria Fabrizi a Io e Te

Valeria Fabrizi e la malattia: l’amatissima attrice che veste i panni di Suor Costanza nella serie campione d’ascolti “Che Dio ci aiuti” si è trovata ad un certo punto della sua vita a dover combattere un tumore. Una battaglia vinta quella dell’attrice che nel salotto di Mara Venier di Domenica In ha rivelato qualche dettaglio in più su quanto passato: “capita, ogni tanto un intruso entra nella tua vita. Ho dovuto affrontare questa malattia, l’ho fatto con disinvoltura. Ho detto: “Ti frego io”. Così, sono andata avanti a lavorare. Ho chiesto di snellire il mio ruolo, per poter lavorare nei giorni prima dell’intervento. Ho lavorato con gioia”.

Nonostante la malattia, infatti, l’attrice ha deciso di continuare a lavorare sul set della seguitissima serie tv con protagonista Elena Sofia Ricci chiedendo però una riduzione sui tempi. “Non me la sono sentita di mettere a rischio il lavoro di tante persone, così ho stretto i denti e sono andata avanti. Terminata la lavorazione ho affrontato l’intervento, che è perfettamente riuscito, ma l’essere impegnata mi ha aiutato a fronteggiare la malattia” – ha precisato la Fabrizi che come terapia ha preferito seguire “la mia terapia personale è quella di ignorare il tumore, per me è un intruso ce va scacciato via dal mio corpo”.

Valeria Fabrizi, il matrimonio con Tata Giacobetti

Una vita di grandi successi quella di Valeria Fabrizi, ma anche di grandi dolori. Sempre nel salotto di Mara Venier, l’attrice di “Che Dio ci aiuti” ha parlato anche della madre Giorgia, del matrimonio con Tata Giacobetti e della perdita di un figlio. “Era il più bello del gruppo” – ha dichiarato l’attrice parlando di uno dei componenti del Quartetto Cetra aggiungendo – “ma non ci voleva tanto a essere più bello degli altri due. Come mi ha corteggiata? Si faceva trovare con una donna diversa ogni sera, per farmi ingelosire. C’è riuscito. Io ero una bona figliola, permettetemi”. Un grande amore, un matrimonio che ha sfiorato quasi i 25 anni non festeggiati per la morte del marito. “Dovevamo festeggiare i 25 anni di matrimonio, ma non ci siamo riusciti” – ha detto l’attrice concludendo – “lui è morto il 2 dicembre, l’anniversario sarebbe stato il 2 aprile”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA