Malika Chalhy, chiuse indagini su genitori/ Ipotesi molestie, violenza privata e…

- Alessandro Nidi

Malika Chalhy, i genitori rischiano di finire a processo dopo essere stati denunciati dalla figlia: l’avevano cacciata di casa perché omosessuale

malika le iene 640x300
Malika Chalhy

Novità a livello giudiziario su Malika Chalhy, o meglio, sui suoi genitori, denunciati dalla ventiduenne di Castelfiorentino dopo essere stata cacciata di casa in seguito alla rivelazione della sua omosessualità. In queste ore, la Procura di Firenze ha notificato l’avviso di conclusione delle indagini (coordinate dal pm Giovanni Solinas) alla madre e al padre della ragazza, contenente l’ipotesi di alcuni reati da loro commessi. Quali? Molestie, esercizio arbitrario delle proprie ragioni e violenza privata. Tradotto in altri termini, marito e moglie ora rischiano di finire a processo.

La storia della giovane è tristemente nota: a inizio 2021, Malika prende il coraggio a due mani e scrive una lettera alla sua famiglia per dichiarare il suo innamoramento nei confronti di una ragazza e la prima persona a leggere quelle righe è sua madre, la quale, a detta della giovane, avrebbe avuto una reazione fuori luogo, inviando trenta messaggi vocali alla figlia, contenenti insulti, condanne morali e auguri poco “felici”: “Mi fai schifo, schifo, schifo! Spero ti venga un tumore e se ti vedo ti ammazzo. Sei la rovina della nostra famiglia, meglio una figlia drogata che lesbica. Non mi portare a casa quella p*ttana perché le taglio la gola”.

MALIKA CHALHY: ORA I SUOI GENITORI RISCHIANO IL PROCESSO

Da quel momento, i rapporti tra Malika Chalhy e i suoi genitori si incrinano in maniera inevitabile, con i coniugi che cambiano addirittura la serratura della porta della loro abitazione, senza consentirle di recuperare almeno qualche vestito pulito. A quel punto, la ragazza chiede aiuto ai carabinieri, che si presentano con lei a casa dei coniugi Chalhy, dove la madre dice: “Io non conosco quella persona”. Un rifiuto che ferisce terribilmente Malika, la quale, a quel punto, decide di mollare tutto e lasciare la Toscana per vivere la sua storia d’amore con la sua compagna in totale serenità. Non prima, però, di avere denunciato i suoi genitori.

Così è nata l’inchiesta che ha portato alla conclusione delle indagini nelle scorse ore e che molto probabilmente si arricchirà di ulteriori sviluppi nelle prossime settimane. Intanto, Malika è stata travolta da una bufera mediatica per avere impiegato una parte dei soldi ottenuti mediante due raccolte fondi per acquistare una Mercedes Classe A nuova e un cane.

© RIPRODUZIONE RISERVATA