Mamme di Foggia ancora senza casa/ Fredella: “Politica si metta mano sulla coscienza”

- Davide Giancristofaro Alberti

Il caso delle mamme di Foggia torna ad essere trattato quest’oggi a Storie Italiane, programma di Rai Uno: ecco gli ultimi risvolti

daniele rai 2020 627x300
Eleonora Daniele commossa in diretta tv (Storie Italiane)

Si torna a parlare della delicata questione delle mamme di Foggia a Storie Italiane, su Rai Uno, 32 famiglie costrette da anni a vivere in alloggi fatiscenti in quanto non si riescono a trovare delle abitazioni più dignitose. Il programma condotto da Eleonora Daniele, che ormai da mesi sta portando avanti questa battaglia a tutela delle madri foggiane, ha intervistato il sindaco della nota cittadina pugliese, Franco Landella, che ha spiegato: “Abbiamo pensato, per sopperire a questa situazione drammatica di queste 32 famiglie, abbiamo messo a disposizione una somma, un contributo di solidarietà pari a 300 euro mensili, con l’impegno poi di una collocazione futura presso un immobile che verrà realizzato nel quartiere fieristico o immobili prossimi che verranno acquistati se dovessimo aggiudicarci il finanziamento regionale. I tempi? Dobbiamo trovare questi immobili; la situazione è drammatica in quanto ci sono proprietari di appartamenti che hanno pregiudizi verso questa gente. Bisogna abbatterli perchè dietro questa gente c’è il Comune quindi faccio un appello alle agenzie immobiliari e a coloro che detengono immobili a Foggia, di metterli a disposizione con un canone non agevolato ma di mercato”.

MAMME DI FOGGIA SENZA CASA, IL COMMENTO DI FREDELLA

Ci vuole un cuore generoso – ha concluso il sindaco di Genova – verso questa gente”. Sull’argomento è intervenuto anche il collega giornalista Francesco Fredella, che da pugliese si sente molto vicino alle mamme di Foggia:Sono foggiano, conosco bene questa situazione e quelle strade distrutte e diroccate le ho viste tantissime volte, alcune le conosce personalmente. Mando un abbraccio a loro, e dico basta con il valzer delle responsablità, troviamo una soluzione, la classe politica, dirigente, tutta intera, si metta una mano sulla coscienza e faccia un gesto per Natale, aiutando queste donne cercando di trovare una soluzione che si può trovare”. Eleonora Daniele ha promesso di continuare a parlare di questo caso annoso anche nei prossimi giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA