Manager Hsbc: infarto e cambio vita/ Post Linkedin “Voglio stare con la mia famiglia”

- Davide Giancristofaro Alberti

Un manager della Hsbc, nota banca britannica, ha deciso di cambiare vita dopo aver subito un infarto e rischiato di morire: “Voglio stare di più con la mia famiglia”

manager hsbc 2021 linkedin 640x300
Manager Hsbc cambia vita dopo infarto (Foto Linkedin)

Ha avuto un infarto ed ha deciso di cambiare drasticamente la sua vita. E’ la storia di Jonathan Frostick, manager della banca britannica Hsbc, fra le più importanti al mondo, che ricoverato dal letto di ospedale ha postato su Linkedin: «Ora voglio dedicare meno tempo al lavoro e più alla famiglia». In breve tempo quelle poche righe hanno fatto il giro del web e del mondo, e sono state poi corroborate dalle esperienze di colleghi e altri professionisti che hanno voluto appunto dire la loro e portare il proprio contributo “alla causa”.

Jonathan Frostick ha raccontato che nei momenti in cui stava avendo un infarto, con il respiro che veniva meno e le sue orecchie che sembravano scoppiare, la sua mente era al lavoro «Domani, ho un incontro con il mio manager?». Solo in seguito, ricoverato in ospedale, si è reso conto di quanto fosse assurdo quel pensiero, e proprio per questo ha deciso di prendere in considerazione la propria vita sotto un punto di vista inedito. Ha così deciso di stilare un elenco di regole da seguire superata la convalescenza, postate sempre su Linkedin.

MANAGER HSBC CAMBIA VITA DOPO INFARTO: “NON VOGLIO PIU’ LAVORARE NEL WEEKEND”

Fra le promesse di Jonathan Frostick, il non passare più tutto il giorno a fare riunioni su Zoom, modificando nel contempo il suo approccio al lavoro. Ha quindi spiegato che la vita era «troppo breve» per «sopportare qualsiasi schifo di lavoro». E ancora: «Bisogna ristrutturare l’approccio al lavoro»; «La vita è troppo breve, voglio passare più tempo con la mia famiglia (é padre di tre bimbi ndr)»; «Non voglio più essere in servizio nel weekend»; e anche «voglio perdere quindici chili di peso». Intervistato da Bloomberg News, aveva spiegato di aver trascorso «una quantità di tempo sproporzionata su Zoom», lavorando più di 12 ore al giorno senza essere in grado di staccare la spina «o fare una passeggiata e una chiacchierata». Dopo il post virale di Jonathan Frostick, la Hsbc è intervenuta con un comunicato rivolto ai dipendenti, chiedendo loro di conciliare lavoro e stili di vita sani: «Auguriamo tutti a Jonathan una guarigione completa e rapida. Riconosciamo anche l’importanza della salute e del benessere personali e di un buon equilibrio tra lavoro e vita privata».



© RIPRODUZIONE RISERVATA