Mandela: La lunga strada verso la libertà/ Streaming del fil su Canale 5 con Elba

- Matteo Fantozzi

Mandela: La lunga strada verso la libertà in onda su Canale 5 oggi, 29 luglio, dalle 21.30. Nel cast Idris Elba. Tutto quello che c’è da sapere sul film trasmesso stasera.

Mandela Long walk to freedom 2019 film 640x300
Mandela Long Walk to Freedom

Mandela: La lunga strada verso la libertà è un film che racconta la storia di un uomo straordinario e come un trattato può fare da scuola ai più giovani e regalare molte emozioni. Costruito in maniera intelligente e in grado di scorrere riesce a raccontare diversi momenti della sua vita. Non lo fa in maniera perbenista o buonista, ma riesce a dare dei momenti lucidi con diversi personaggi intelligenti che sono al fianco di Mandela e senza sovrastarlo si fanno raccontare con intelligenza. Certo è che il personaggio non era facile da raccontare e nonostante sia stato fatto in precedenza diverse volte in questo senso ci troviamo di fronte a un lavoro forse come mai visto prima. Anche perché in questo senso viene raccontato anche l’uomo dietro il politico, perché Mandela era soprattutto un uomo ancor prima che un politico. Mandela: La lunga strada verso la libertà va in onda stasera su Canale 5. Clicca qui per seguire il film in diretta streaming su MediasetPlay.

Mandela, le curiosità

Idris Elba per prepararsi a impersonare al meglio Nelson Mandela ha trascorso una notte nella prigione dove era stato chiuso per diciotto anni. Nel film è presente la colonna sonora interpretata dal gruppo U2 dal titolo – Ordinary Love – che nel 2014 vinse il Golden Globe come migliore canzone originale. Il film viene presentato per la prima volta a Londra, tra il pubblico sono presenti anche le sorelle di Mandela, che durante la proiezione vengono informate della morte del padre. Alla fine della proiezione è il produttore a dare la spiacevole notizia facendo scendere il silenzio sull’auditorium. Il film ha come soggetto l’autobiografia di Nelson Mandela dal titolo – Lungo cammino verso la libertà -. All’inizio la parte di Mandela era di Morgan Freeman, ma già lo aveva impersonato nel 2009 in – Invictus -.

Mandela: La lunga strada verso la libertà, film diretto da Justin Chadwick

Mandela: La lunga strada verso la libertà andrà in onda su Canale 5 oggi, giovedì 29 luglio 2021, a partire dalle ore 21.30. La regia è di Justin Chadwick, la pellicola appartiene al genere drammatico-biografico, è del 2013 e le scene sono state girate in Sudafrica e Gran Bretagna. É distribuito da Pathé, 20th Century Fox Home Entertainment. Del cast fanno parte Idris Elba che ha ottenuto cinque candidature dal Golden Globe e vinto nel 2012 il premio come migliore attore in un film per la televisione – Luther – , per la stessa serie ha vinto nel 2016 SAG Awards come miglior attore di televisione, lo stesso anno si è aggiudicato il premio SAG Awards, come miglior attore non protagonista per – Beasts of No Nation -.

La protagonista femminile è Naomie Harris che ha ricevuto nel 2017 la candidatura all’Oscar come migliore attrice non protagonista per – Moonlight -. – Mandela: La lunga strada verso la libertà – nel 2014 è stato candidato all’Oscar per la migliore canzone originale, per la stessa sezione ha vinto il Golden Globe. Il film ha come soggetto l’autobiografia di Nelson Mandela dal titolo – Lungo cammino verso la libertà -. All’inizio la parte di Mandela era di Morgan Freeman, ma già lo aveva impersonato nel 2009 in – Invictus -.

Mandela: La lunga strada verso la libertà, la trama del film

Mandela: La lunga strada verso la libertà – ripercorre la vita di Nelson Mandela, dalla sua infanzia, vissuta in un villaggio rurale tra gente povera e contadina fino al giorno della sua elezione a presidente del Sudafrica. Un cambiamento importante, perché per la prima volta un uomo nero veniva democraticamente eletto per prendere le redini di un paese come il Sudafrica. I successi nella vita non si fermano qui, riesce a diventare un bravo avvocato e si appassiona a portare avanti lotte per la libertà, in un momento in cui andavano intensificarsi le violenze dei bianchi contro i neri e all’inasprimento delle misure dell’Apartheid.

Negli anni 40 fa parte del Congresso Nazionale Africano, il partito a difesa dei neri che si ispira alla non violenza, per dare impulso ai diritti politici delle persone di colore al di là delle suddivisioni etniche. Durante una protesta pacifica è costretto ad abbandonarla perché attaccato da una resistenza armata e insieme ai suoi amici finisce in prigione e condannato all’ergastolo per alto tradimento. In questo luogo ostile comincia l’inferno per Nelson Mandela, che solo grazie al sostegno della moglie Winnie riesce a farsi coraggio e non mollare. Anche la sua prigionia diventa per molti neri un simbolo di coraggio e di riscatto per milioni di sudafricani

© RIPRODUZIONE RISERVATA