MANIFESTAZIONE CENTRODESTRA PIAZZA DEL POPOLO/ Video: “Mandiamo Governo a casa”

- Davide Giancristofaro Alberti

Manifestazione Centrodestra a Roma: Meloni, Salvini e Tajani a piazza del Popolo per protestare contro il governo Conte. Salvini stronca Governo e Conte.

Centrodestra in manifestazione
Manifestazione Centrodestra: selfie Salvini-Meloni-Tajani (LaPresse, 2020)

Prosegue il dibattito politico sulla manifestazione del Centrodestra in Piazza del Popolo a Roma: Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia insieme per «mandare a casa» il Governo e presentare il futuro esecutivo degli italiani. Non sono mancati gli attacchi alla maggioranza giallorossa ed al premier Conte, mentre è emersa ancora una volta la distanza esistente sul Mes, anche se Salvini ha dichiarato pubblicamente di fidarsi di Silvio Berlusconi. E Giorgia Meloni ha mandato un messaggio direttamente al premier: «Di andare a prendere thè e pasticcini con il presidente del Consiglio non ci interessa: se Conte vuole parlarci deve mandarci il documento con le proposte concrete». Poi la stoccata a M5s, Pd e Italia Viva: «La colpa è vostra che non siete riusciti a fermare la burocrazia: tutta comunicazione, ma nei fatti non c’è nulla. Loro sono i professionisti del vediamo, facciamo: nel decreto Rilancio marchette e posti per gli amici…». (Aggiornamento di MB)

MANIFESTAZIONE CENTRODESTRA ROMA, SALVINI: “GOVERNO HA POLTRONAVIRUS”

Manifestazione del Centrodestra a Roma a numero chiuso e con tutte le misure di sicurezza del caso, diversi i messaggi indirizzati al Governo ma non solo. Dopo le polemiche per l’ultima manifestazione, Salvini ha ironizzato: «Questa volta abbiamo anche le seggioline per evitare polemiche. Ma più che il coronavirus, qui c’è il poltronavirus». Una staffilata diretta all’esecutivo guidato da Giuseppe Conte, con Forza Italia che ha tenuto a ribadire che la via maestra è quella delle elezioni, nessuna nuova maggioranza in Parlamento in caso di crisi: «Berlusconi lo ha detto in maniera molto chiara: la via maestra sono le elezioni, se non ci dovessero essere le elezioni, il Centrodestra dovrebbe trovare una soluzione in Parlamento per andare unito al Governo. Ma è ovvio che noi siamo alternativa alla Sinistra. Questa coalizione non è un partito unico e ognuno è fiero della sua identità, ma a differenza della Sinistra siamo in grado di fare una sintesi», le parole dell’azzurro Antonio Tajani. (Aggiornamento di MB)

MANIFESTAZIONE CENTRODESTRA ROMA, LE PAROLE DI MATTEO SALVINI

Dopo Giorgia Meloni e Antonio Tajani, alla manifestazione del Centrodestra di Roma è stato il turno di Matteo Salvini. «Fatevi un applauso che lo sentano fino al Campidoglio perché siete eccezionali», l’esordio del segretario federale della Lega, che ha poi lanciato una frecciatina al premier Conte: «Grazie anche agli organi di informazione che stanno dando la diretta, anche a chi stava dando la diretta di questo evento e che adesso sta dando la diretta di un signore che durante la chiusura ci spuntava anche durante i Barbapapà, Giuseppe Conte».

Matteo Salvini ha poi attaccato il Governo: «Se non lontano da qua, a Palazzo Chigi, c’è chi preferisce i regimi comunisti o islamici – Cina, Venezuela e Iran – in questa piazza scegliamo la libertà, la democrazia ed il rispetto». Poi l’affondo contro la Cina: «Forse qualcuno per interessi economici può permettersi di criticare Trump, Bolsonaro, Putin e Netanyahu, ma quando a massacrare il popolo è l’infame regime comunista cinese solo silenzio per soldi o per paura, vergogna! Viva la libertà».

«Basta con i no della Cgil, l’Italia non è una Repubblica fondata sui no della Cgil e del Movimento 5 Stelle», ha aggiunto Matteo Salvini, che ha poi espresso solidarietà agli imprenditori che hanno anticipato la cassa integrazione ed ha rilanciato la pace fiscale. Infine, l’attacco a Lucia Azzolina: «In Italia non esiste un ministro dell’Istruzione, Azzolina non è un ministro adatto a questo Paese». (Aggiornamento di MB)

MANIFESTAZIONE CENTRODESTRA ROMA: LEGA, FI, FDI IN PIAZZA

Sta prendendo via in questi minuti la manifestazione in piazza del Popolo a Roma indetta dal centrodestra. Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia uniti, vogliono far sentire la propria voce contro il governo, che a loro modo di vedere, non sta agendo nel miglior modo possibile. Obiettivo, far ripartire l’Italia dopo la più grave crisi economica degli ultimi anni, sotto lo slogan “Insieme per l’Italia del lavoro“. Poco prima delle ore 10:00 i leader del Centrodestra, leggasi Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Antonio Tajani, sono giunti in piazza, e a breve inizieranno a rivolgersi alla platea, a cominciare dal vice presidente forzista, passando per la presidentessa di FdI, e arrivando fino al leader leghista, quello probabilmente più irritato dall’operato dell’esecutivo Conte Bis. Per ovviare alle misure di sicurezza anti-covid, la piazza prevede degli ingressi contingentati, nonché dei posti a sedere distanziati; inoltre, viene misurata la febbre all’ingresso dei varchi, di modo da tenere sotto controllo la situazione.

MANIFESTAZONE CENTRODESTRA ROMA, MELONI CHIEDE ELEZIONI ANTICIPATE

Da segnalare, come riferito dai colleghi di Tpi, un banchetto di Forza Italia per una raccolta firme a sostegno della proposta di nominare Silvio Berlusconi senatore a vita, e per istituire una commissione d’inchiesta sull’uso politico della giustizia, alla luce dei recenti risvolti emersi in merito ai processi contro il Cavaliere. La manifestazione del Centrodestra dello scorso 2 giugno aveva provocato diverse polemiche visto che le misure anti-covid non erano state rispettate, e proprio per questo, per la giornata odierna è stato stabilito un rigido regolamento per evitare assembramenti. Nella giornata di ieri la Meloni aveva annunciato così l’evento odierno: “Nuova manifestazione del centrodestra domani in piazza del popolo perché nulla è mutato e nulla è migliorato. Continuiamo ad avere un governo assolutamente sordo ai bisogni dei cittadini, che passa le sue giornate in villa a chiacchierare e che non riesce a pagare neanche la cassa integrazione ma in compenso spende milioni di euro in assunzioni facili, marchette, bonus e nuove consulenze. Ed è da irresponsabili occuparsi di questo in un momento come quello che stiamo attraversando”. In occasione della manifestazione di oggi, FdI ha organizzato una raccolta firme per chiedere il voto a settembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA