MANUEL FRATTINI MORTO D’INFARTO/ Mauro Simone sotto choc: “Lo abbiamo visto crollare”

- Niccolò Magnani

Manuel Frattini, morto d’infarto coreografo e divo dei musical. Mauro Simone sotto choc: “Lo abbiamo visto crollare”. Il ricordo dei colleghi

Manuel Frattini
Manuel Frattini (LaPresse, 2019)

Si terranno giovedì 17 ottobre i funerali di Manuel Frattini. Le esequie funebri del coreografo e divo dei musical, morto all’età di 54 anni dopo un malore improvviso, saranno celebrate a Corsico, presso la Chiesa di San Pietro e Paolo alle ore 15. Manuel è morto a Milano mentre partecipava ad un evento di beneficenza. Era insieme ad altri vip per una raccolta fondi in favore di Anlaids. Dopo una pausa, mentre rientrava in teatro, è crollato a terra. Lo ha raccontato a Il Giorno il regista Mauro Simone, che era con lui. «Ha fatto una coreografia, stava bene, era sereno in mezzo al gruppo, trenta artisti insieme sul palco, un team creativo di 104 persone, ci conoscevamo tutti. Poi l’abbiamo visto crollare». Il regista ha spiegato che l’ambulanza è arrivata subito, ma non è stato possibile rianimarlo. «Non c’è stato tempo di fare nulla. È incredibile a pensarci ora, come se la serata fosse stata un ultimo saluto in mezzo agli amici. E pensare che lo prendevamo in giro, che a 50 anni non aveva mai nemmeno la febbre». (agg. di Silvana Palazzo)

MANUEL FRATTINI, L’OMAGGIO DI BARBARA D’URSO

Dopo avergli dedicato un post su Instagram, Barbara D’Urso ha parlato della morte di Manuel Frattini anche in apertura di puntata ieri a “Live Non è la D’Urso”. Durante l’anteprima la conduttrice ha rivolto un saluto al coreografo scomparso a 54 anni a Milano. «Io sto per lanciarvi e dirvi quello che sta per succedere stasera. Ma voglio con grande gioia e serenità, anche con allegria, perché lui così avrebbe voluto, dedicare questa puntata che conduco questa sera ad uno dei miei più grandi amici. Era amico di tutto, un grandissimo artista, interprete dei musical più importanti in Italia e nel mondo. Manuel Frattini a 54 anni sul palco di uno spettacolo che lui aveva fortemente voluto, di beneficenza, in un attimo, forse per un arresto cardiaco, è andato via», ha dichiarato Barbara D’Urso. E poi ha proseguito: «Siccome noi amici più cari siamo rimasti senza respiro, voglio dedicare la puntata a Manuel». (agg. di Silvana Palazzo)

MANUEL FRATTINI, LA DEDICA DI PAMELA PRATI

Pamela Prati ha affidato ad Instagram il suo personale ricordo di Manuel Frattini, morto mentre faceva la cosa che amava più di tutto. “Amico mio, solo pochi giorni fa abbiamo riso di mille cose…Le nostre telefonate interminabili che ci facevano piangere e sognare. Mai avrei immaginato di scrivere queste parole! Voglio ricordarti così una persona meravigliosa dolce e sensibile!!! Buon viaggio amico mio ti ho voluto un mondo di bene! R.I.P. che la terra ti sia lieve”, scrive la showgirl sullo screenshot in cui balla insieme a Frattini. Un’immagine nostalgica e malinconica quella condivisa dalla Prati che, esattamente come molti suoi colleghi, ha voluto esprimere il proprio cordoglio alla famiglia di Manuel Frattini e salutarlo come avrebbe voluto lo stesso coreografo. Anche Fiorello ha voluto salutare Frattini e, su Twitter, ha cinguettato: “Mi fece da coach per un tip tap che avrei dovuto fare in uno show. Una persona bellissima. Un grandissimo artista. Addio Manuel” (aggiornamento di Stella Dibenedetto).

IL CALOROSO RICORDO DI FACCHINETTI-BALIVO

La morte di Manuel Frattini ha sconvolto numerosi volti dello spettacolo italiano. Anche Roby Facchinetti ha voluto dedicare il suo pensiero al re indiscusso dei musical. “Un profondo lutto ha colpito tutti noi, per la morte di un vero amico e di un grande artista: Manuel Frattini. Le sue interpretazioni rimarranno nella storia del musical italiano. Mancherai a tutti noi, nostro piccolo grande Manuel! Buon Viaggio. Roby”, ha scritto il cantante su Twitter. Anche Caterina Balivo lo ha voluto ricordare condividendo uno scatto insieme: “Buon viaggio Manuel Frattini… Grazie per la tua arte, la tua gentilezza d’animo e la tua magia sul palco”. Dopo avere condiviso un articolo di giornale su Instagram, Barbara d’Urso ha voluto ricordare il suo amico anche durante l’apertura di Live Non è la d’Urso: “Sul palco di uno spettacolo che lui fortemente aveva voluto, di beneficenza, ieri sera in un attimo forse per un arresto cardiaco, è andato via. Siccome noi amici più cari siamo rimasti senza respiro, voglio dedicare la puntata a Manuel. The show must go on”. (Aggiornamento di Valentina Gambino)

RITA PAVONE, IL COMMOVENTE SALUTO

Anche Rita Pavone si è stretta attorno ai familiari di Manuel Frattini morto d’infarto. L’artista ha lasciato un vuoto incolmabile con tantissimi che hanno deciso di salutarlo a modo loro. La Pavone scrive: “Sono sconvolta. Non riesco ancora a credere a quello che è successo. Ci hai lasciato per sempre, di punto in bianco e per un maledetto arresto cardiaco. Eri un personaggio unico, un grande ballerino, un adorabile e delizioso amico da sempre. Ti voglio bene, riposa in pace“, clicca qui per la foto e per i commenti dei follower. Rita si dimostra ancora una volta persona di grandissimo cuore e di una sensibilità eccezionale. Staremo a vedere se avrà forza e voglia di parlare meglio di questa splendida amicizia anche se ora sicuramente è troppo forte il dolore per dire più di quanto già fatto. (agg. di Matteo Fantozzi)

IL SALUTO DI DODI BATTAGLIA

Tra i tanti che hanno deciso di ricordare la morte di Manuel Frattini c’è anche Dodi Battaglia. L’ex membro dei Pooh su Twitter ha deciso di dedicare all’artista un lungo ricordo, specificando: “Un malore ha portato via Manuel Frattini. Io piango la scomparsa di un amico che sapeva dare anima e corpo ai sogni. Lo saluto con le parole di quel Pinocchio al quale aveva dato una nuova voce: “Comunque vada, sai che non ti scorderò possiamo crederci amico mio”. Ciao Manuel“. Sicuramente questi messaggi daranno sostegno alla famiglia che ha perso un pezzo importante, un uomo sincero e di grandissimo carisma che ha dimostrato di avere sempre una parola gentile per tutti e che aveva un talento immenso. (agg. di Matteo Fantozzi)

FRANCESCA FIALDINI INCREDULA

In queste ore sono in tanti a ricordare la florida carriera e la forte amicizia avuta con Manuel Frattini, ballerino e coreografo morto ieri sera a Milano. Attraverso i social numerosi volti noti hanno voluto rendere il loro ultimo saluto al vero divo del musical che ci lascia a soli 54 anni. “Eri un coreografo e ballerino di una bravura unica. Ricordo le coreografie che hai realizzato per me per la trasmissione Simpaticissima. Sembra impossibile tu non ci sia più. Ciao Manuel Frattini”, ha scritto Gabriella Golia su Instagram. L’addio al ballerino anche da parte di Francesca Fialdini, attualmente alla conduzione di Da Noi… A ruota libera che, sempre via Instagram, ha scritto: “Ciao Manuel! Sei stato tanto generoso la scorsa settimana, quando non hai esitato un attimo a venirci a trovare per coronare il sogno di Angela Grignano. “Da noi… a ruota libera” andrà in onda oggi con una puntata leggera e allegra, ma la notizia della tua morte ci ha reso molto molto tristi. Il nostro cuore abbraccia i tuoi familiari, i tuoi amici e tutte quelle persone – come Angela – che in te hanno trovato motivo di ispirazione”. La conduttrice Rai ha proseguito, “Eri rimasto in contatto con lei, vi sentivate spesso. La ruota della vita gira come le pare… davvero la tua morte prematura ci sconcerta. Caro Manuel, mancherai tanto con la tua energia e vitalità… Ma il tuo ricordo rimarrà con noi. Ciao Pinocchio!” (Aggiornamento di Emanuela Longo)

LE PAROLE DI CRISTINA D’AVENA

La scomparsa del ballerino Manuel Frattini è stata appresa oggi da molte persone del mondo dello spettacolo che, nel corso della sua lunga carriera, hanno avuto l’onore di conoscerlo e poter lavorare con lui da vicino. Un arresto cardiaco a messo la parola fine alla sua vita a soli 54 anni. Dopo il commento affettuoso di Barbara d’Urso, a manifestare incredulità è stata anche Cristina D’Avena che ha voluto salutare per l’ultima volta il divo del musical italiano via social: “Non posso dimenticare la spensieratezza delle giornate trascorse insieme, le nostre confidenze, le nostre risate…”, ha scritto su Instagram, nella didascalia che li immortala insieme, mentre si scambiano un bacio sulle labbra, in un periodo certamente spensierato delle loro vite e delle loro carriere. “Ciao Manuel, ciao grande amico mio, ciao artista meraviglioso, non ti dimenticherò mai… con te oggi se ne va un pezzettino del mio cuore”, ha aggiunto la nota cantante. A seguire, le condoglianze e i messaggi di vicinanza da parte dei suoi numerosi follower. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

L’ADDIO DI BARBARA D’URSO

La morte improvvisa di Manuel Frattini, ballerino e divo del musical italiano, ha lasciato un grande vuoto nel mondo dello spettacolo che si è trovato del tutto impreparato di fronte a questa perdita. Manuel aveva appena 54 anni ed una lunga carriera alle spalle. Si definiva “malato” di musical perchè la sua intera vita è stata legata a questo mondo, fino all’ultimo respiro avvenuto ieri sera. A stroncarlo, un arresto cardiaco in seguito ad un malore improvviso a Milano, durante una serata di beneficienza, mentre era circondato da amici e colleghi. Nessun segnala lasciava presagire l’immane tragedia. Tra i primi nomi celebri della tv italiana a commentare la scomparsa prematura di Frattini, anche Barbara d’Urso che via Instagram ha postato l’articolo del Corriere relativo alla morte di Manuel Frattini: “Ciao Manuel.. amico di sempre.. compagno di mille avventure.. noi, i tuoi amici, siamo senza respiro”, ha scritto nella didascalia. In tanti hanno espresso stupore tra i commenti sotto la notizia. “O… mamma mia… sono senza parole… un grande artista anzi un vero performer. Che dispiacere…”, ed ancora, “Era così giovane…”. (Aggiornamento di Emanuela Longo)

E’ MORTO MANUEL FRATTINI, DIVO DEL MUSICAL ITALIANO

È morto il grande divo del musical italiano, quel Manuel Frattini che negli anni ha saputo interpretare mille personaggi in svariati spettacoli di enorme successo: è mancato all’improvviso per un infarto terribile mentre partecipava ieri sera a Milano ad una serata di gala per beneficienza. Il malore ha colto all’improvviso il povero Manuel Frattini e purtroppo non sono bastati gli immediati soccorsi del personale medico in sala e del 118 giunto tempestivo. Amava e viveva per i musical e proprio in questa ultimo suo evento pubblico era intento a raccogliere fondi con altri performer per provare a fare qualche piccolo gesto di solidarietà per i più bisognosi. Da Pinocchio a Peter Pan, passando per tutti i grandi classici dei musical Usa arrivando agli spettacoli ispirati alle storie Disney e ai grandi classici dei cartoni (Robin Hood e Aladdin due tra gli ultimi personaggi interpretati e amatissimi anche dai più piccoli).

CHI ERA MANUEL FRATTINI: IL DIVO ANTI-TALENT

Una terribile scomparsa specie perché un attore e ballerino ancora in attività nonostante i 54 anni e una carica emotiva e vitale che facevano di Manuel Frattini un’autentica icona del musical italiano e non solo. Dalla Compagnia della Rancia fino agli show senza tempo di “Cantando sotto la pioggia”, “Sette spose per sette fratelli”, entrambi con Raffaele Paganini e Tosca come partner. All’inizio degli anni Duemila  ha condiviso la scena con Christian De Sica, Lorenza Mario, Monica Scattini e Paolo Conticini nel fortunato spettacolo “Tributo a George Gershwin – Un Americano a Parigi”. In una intervista del lontano 2012 al Sussidiario.net, Manuel Frattini ci raccontava tutto l’amore per la danza e la particolare, parallela, fatica nell’accettare i diktat dei talent di oggi: «sono gli unici canali in cui la danza trova un minimo di spazio in tv; però, ciò che è poco condivisibile è il fatto che cerchino di sostituirsi alle classiche accademie che, da anni, tentano di insegnare il mestiere. Durante una sola stagione televisiva è impossibile prepararsi in maniera seria per affrontare questo lavoro e può essere molto rischioso per chi, in giovane età, assaggia una popolarità grande ma effimera. E’ una bella vetrina, ma spesso finisce per offrire delle scorciatoie che, alla fine, non pagano. Come dicevo prima: a teatro, il pubblico non lo si inganna facilmente».

IL RICORDO DI RITA PAVONE



© RIPRODUZIONE RISERVATA