Mara Maionchi e Alberto Salerno: “Prima non c’erano i toyboy”/ “Mamma mi rassicurò”

- Chiara Ferrara

L’amore tra Mara Maionchi e Alberto Salerno è inossidabile, nonostante la differenza di età: “Prima non c’erano i toyboy”, ammette la produttrice

Mara Maionchi a X Factor
Mara Maionchi a X Factor (Instagram, 2019)

Mara Maionchi Alberto Salerno si raccontano, tra differenza di età e tradimenti. La coppia composta dalla produttrice e dal paroliere sta insieme dal 1976 ma, come rivelato ai microfoni del Corriere della Sera, non sempre è stato tutto semplice. Soprattutto all’inizio, quando lei veniva criticata perché più grande di lui di ben dieci anni. Ciò, tuttavia, non gli ha permesso di portare avanti la loro storia d’amore, nel corso della quale hanno anche dato alla luce Camilla Giulia.

“Oggi è tutto cambiato, ma nel 1976 i toy boy non li avevano ancora inventati, neanche le milf, e mi sentivo fuori posto. È stata mia mamma a sbloccarmi: ‘Ma che problemi ti fai, la vecchia tanto se la prende lui’”. Questo il racconto di Mara Maionchi, che dopo quarantacinque anni di amore può dirsi soddisfatta per avere scelto di portare avanti la relazione.

Mara Maionchi e Alberto Salerno: il tradimento

Un nodo nella storia d’amore tra Mara Maionchi Alberto Salerno, tuttavia, è rappresentato da un tradimento. La produttrice ha esitato tanto prima di perdonarlo, ma non è riuscita a farne a meno. Nessuno dei due riesce a fare a meno dell’altro.

Mara Maionchi, ad ogni modo, ha le idee chiare in merito a ciò che significa essere tradita. È per questa ragione che rivolge un pensiero a tutte le donne, affinché nessuna di fronte a problemi di questo tipo si senta in colpa. “Se un uomo ti tradisce, può farlo per molti motivi spesso futili, bassissimi, ed è un errore pensare che lo faccia contro di te. Il fulcro è lui, è lui che vaga, lui che si è acceso per un cortocircuito, per un piccolo miraggio che lo ha fatto sentire un cowboy”. E Alberto Salerno ammette che non è stato semplice riconquistarla: “Ho trascorso un’estate in ginocchio, sulla sabbia bollente. Mi guardava come si guarda un oggettino rotto che non butti solo perché ci sei affezionato”.



© RIPRODUZIONE RISERVATA