MARA MAIONCHI, CATEGORIA OVER/ Nicola ruba la sedia di Antonio Rossi (X Factor 2019)

- Melania Cacace

Bootcamp X Factor 2019: Mara Maionchi, quali sono i concorrenti della categoria Over scelti per gli Home Visit? Questa sera selezionerà i 5 cantanti che si giocheranno l’acceso al live

X Factor 13
Mara Maionchi a X Factor 13 (ph. Sky)

Serata intensa per Mara Maionchi ad X-Factor 2019. Il primo concorrente a guadagnare la fiducia del giudice bolognese è Biagio, che canta “Roar” di Katy Perry. Per il secondo cantante, Ciccio Sanchez, la sorte è differente: la sua reinterpretazione di Anche Fragile di Elisa evidentemente non convince Mara, che si prende i brusii del pubblico. Fumata bianca per Thomas con “A song for you”; passa anche Flora che però non convince fino in fondo. La quarta sedia se la prende Antonio con “Sabato italiano”. Il quinto ad ottenere la sedia è Marco, che cede il suo posto a Biagio nel rush finale delle esibizioni. Anche Flora lascia X-Factor in favore del ventottenne Gabriele Troisi. Passa anche Eugenio, preferito a Marco. La Maionchi infine preferisce scommettere su Nicola Cavallaro e fermare Antonio Rossi. (Aggiornamento di Jacopo D’Antuono)

Mara Maionchi protagonista di X-Factor

Mara Maionchi, Protagonista indiscussa di X Factor 2019 in onda tutti i giovedì su Sky Uno, sarà la protagonista, insieme a Malika Ayane, dei prossimi “Bootcamp”. Stasera verranno esaminate le categorie “Over”, della produttrice discografica bolognese. Solo i concorrenti che hanno ricevuto tutti e quattro i “Sì” dai giudici possono accedere ai “Bootcamp” e affrontare la temuta “Sfida delle sedie”. Coloro che supereranno quest’ulteriore sfida potranno poi accedere agli “Home Visit”, che andranno in onda il 17 ottobre, prima dei definitivi “Live Show” dove gareggeranno i quattro concorrenti più talentuosi di ogni categoria.

Mara Maionchi: “Over? In linea di massima penso di saperne già qualcosa…

Mara Maionchi sembra piuttosto soddisfatta dei suoi “allievi”, gli “Over”, i più anziani della gara, che potrebbero essere suoi coetanei. La talent scout 78 enne afferma che non poteva capitarle di meglio perché, in termini anagrafici, la sa lunga su questa categoria. “In linea di massima penso di saperne già qualcosa…” Scherza ironicamente la veterana indiscussa di X Factor. Certo è che questi “nuovi” talenti dovranno vedersela con i giovani, tendenzialmente più acclamati dal pubblico. A dare nell’occhio infatti, nella scorsa puntata andata in onda il 3 ottobre, è in particolare il team scelto da Sfera Ebbasta, le “Under Donna”. Ad ogni modo, tra il più anziano e il più giovane dei giudici non c’è assolutamente astio, come confermato dal “bacio” in diretta della scorsa volta. L’esperienza della “chioccia” di X Factor non mette in cattiva luce, ma anzi conforta il giovane trapper milanese, che divertito addirittura risponde al pubblico, in estasi dopo il suddetto bacio “Ci sto provando, raga! Con calma.”

Alberto Salerno, marito di Mara Maionchi, e le polemiche i tweet “contro” X Factor…

Per Mara Maionchi il talent X Factor 2019 sembra tutt’altro che tranquillo. Per la produttrice infatti non sono mancati alcuni pettegolezzi, che hanno creato un po’ di tumulto nel mondo del web. A far chiacchierare molto il tweet di suo marito, Alberto Salerno, in riferimento al pubblico. “Al pubblico di X Factor piace la qualunque: anche uno che fa due scoregge…E daje su ripijatevi”, ha postato il compagno di vita, e collega, della scopritrice di talenti. Il chiarimento è arrivato dopo poco, e Salerno ha specificato che non ha niente contro la produzione del talent, né contro sua moglie che a sua detta “Fa il suo lavoro benissimo”. Come dargli torto del resto, la Maionchi – forte della sua esperienza in campo – non si limita al suo lavoro ma ci tiene anche a quello degli altri giudici, a cui ha dispensato preziosi consigli. “Loro devono essere se stessi, scegliendo secondo il proprio stile e attitudine musicale”, ha affermato Mara durante un’intervista doppia con Sfera Ebbasta. E  allora chissà chi sceglierà la Maionchi stasera, per i tanto affermati “Bootcamp”. Che l’arma vincente sia quella di colpirla al cuore, proprio come ha fatto Sfera?

© RIPRODUZIONE RISERVATA