MARCELLO DELL’UTRI È STATO SCARCERATO/ “Frastornato dalla libertà”

- Carmine Massimo Balsamo

Marcello Dell’Utri ha scontato i 7 anni di pena per concorso esterno in associazione mafiosa, è tornato libero da oggi: “Vorrei andare al cinema”.

marcello dell'utri
Silvio Berlusconi e Marcello Dell'Utri (LaPresse)

Primo giorno di libertà per Marcello Dell’Utri, che oggi ha finito di scontare la condanna per associazione mafiosa. L’ex parlamentare di Forza Italia, braccio destro di Silvio Berlusconi, è stato raggiunto dai microfoni dei cronisti uscendo dall’ufficio del suo avvocato Francesco Centonze: «Mi sento frastornato dalla libertà». Dell’Utri non ha risposto alle domande sul processo Stato-mafia, mentre ha replicato così a chi gli chiedeva se ha ricevuto molte telefonate nelle ultime ore: «Sono assillato, dai giornali soprattutto, ma anche dalle chiamate di tantissime persone e amici». Il 78enne ha confessato che vorrebbe «andare al cinema, anche solo a mangiare in un ristorante. In fondo la libertà che cos’è? Andare al cinema, andare al ristorante, tutto qua». Infine, come riporta Ansa, l’ex forzista ha tenuto a salutare i «colleghi carcerarti, che ho lasciato quando sono uscito, saluto tutti affettuosamente». (Aggiornamento di Massimo Balsamo)

MARCELLO DELL’UTRI SARA’ SCARCERATO

Marcello Dell’Utri torna libero: l’ex senatore di Forza Italia domani finirà di scontare la sua pena e potrà lasciare gli arresti domiciliari. Come riportano i colleghi dell’Ansa, il 78enne ha scontato la condanna di 7 anni per concorso esterno in associazione mafiosa. Dell’Utri ha terminato di scontare la pena in detenzione domiciliare per motivi di salute da luglio 2018, dopo essere stato detenuto dal 2014 – dopo una breve fuga in Libano – in regime di alta sicurezza prima nel carcere di Parma e poi in quello di Rebibbia. Ma le vicende giudiziarie non si sono concluse: Dell’Utri è infatti imputato al processo sulla trattativa Stato-mafia ed è stato condannato a 12 anni di reclusione in primo grado. Ora è in corso l’appello. L’ex manager di Publitalia è inoltre sotto processo a Milano e Napoli per sottrazione di libri antichi.

MARCELLO DELL’UTRI TORNA LIBERO DA DOMANI

Da domani Marcello Dell’Utri potrà lasciare la sua abitazione di Milano e arrivano le prime reazioni. Amedeo Laboccetta, ex deputato di Napoli, ha commentato in una nota: «Finalmente un Natale di libertà per l’amico Dell’Utri, finisce la detenzione domiciliare, e anche se difficilmente si potranno sanare certe ferite nell’animo potrò finalmente abbracciare un amico vero». L’attuale vice coordinatore regionale di Forza Italia ha poi evidenziato: «Una persona seria e un grande uomo di cultura che ha dovuto sopportare il peso del giustizialismo nonostante l’età e la sua salute rispetto a cui il mondo politico è rimasto impassibile per troppo tempo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA