Marco Carta, accusato di furto/ Cattaneo: “se sei un personaggio devi avere le pal*e”

- Rossella Pastore

Marco Carta ospite a Live – Non è la d’Urso per parlare delle accuse di furto: Vladimir Luxuria e Ivan Cattaneo lo mettono in difficoltà

marco carta live non e la durso screen 2019
Marco Carta a Live Non è la d'Urso

Marco Carta protagonista del momento “uno contro tutti” a Live – Non è la D’Urso. Tra gli sferati c’è anche Ivan Cattaneo che commentando la cosa dice: “hai voluto fare una bravata, se volevi fare un atto di provocazione anni 70 dovevi portarlo fino alla fine”, ma poi precisa “la cosa è dubbia se le ha prese lei all’insaputa di lui mi chiedo a chi ti accompagni, se invece ti sei tolto tutta la responsabilità allora sei anche un pò vigliacco, se sei un personaggio devi avere le palle, non fare i coming out perchè deve uscire un libro”. Improvvisamente il cantante vira il discorso sul coming out di Marco Carta fatto in diretta a Live Non e la D’Urso, ma il vincitore di Amici si difende così: “Sei un minestrone di luoghi comuni”. Cattaneo non ci sta e ribatte: “Quelli che escono dai talent non hanno il coraggio di affrontare questa situazione, io ho le palle!”. In difesa di Marco c’è anche Lele Mora che dice: “è un ragazzo per bene, lo conosco da poco tempo e posso confermare che non ha fatto nulla”. Dove sta la verità? (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Vladimir Luxuria a Marco Carta: “o sei pirla o sei complice di Fabiana Muscas”

Marco Carta torna nel salotto di Live – Non è la D’Urso per discutere nuovamente della vicenda giudiziaria che lo vede accusato di furto aggravato, insieme all’amica Fabiana Muscas, di sei magliette del valore di 1200 euro rubate presso la Rinascente di Milano. Il cantante, rinviato a giudizio, ha chiesto il rito abbreviato; la D’Urso allora domanda come mai ha richiesto questo iter giudiziario: “ho chiesto il rito abbreviato perchè sono innocente” dice a gran voce il cantante protagonista del momento “uno contro tutti”. Tra gli sferati c’è anche Vladimir Luxuria: “non credo che tu abbia rubato delle magliette e sono sicura che ci sono delle aziende che te le regalano per fartele indossare, ma una domanda: ‘o sei pirla o sei complice?”. La Luxuria si domanda come mai non abbia detto nulla in tutti questi mesi contro l’amica Fabiana: “forse hai qualcosa da nascondere?”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

“Marco Carta: Maria De Filippi è una persona unica e stupenda”

Marco Carta sarà ospite a Live Non è la d’Urso per parlare del caso giudiziario in cui si è visto coinvolgere suo malgrado. “Suo malgrado”, sì, perché Carta continua a sostenere di essere innocente. Dalla sua parte ci sono gli amici di sempre: tra questi anche Maria De Filippi, la conduttrice del talent show che ha vinto nel 2008. Interpellata da Pio e Amedeo nel corso di una puntata di Amici Celebrities, Maria si è schierata piuttosto apertamente: “Non ha rubato”. Solo qualche giorno fa, Carta parlava della De Filippi come di una persona molto in gamba. La sua esperienza con lei è stata molto positiva, sia dentro che fuori il programma. “Maria De Filippi è una persona unica, una persona stupenda”, ha dichiarato a Esclusivo.tv, “l’ho sentita e mi ha rassicurato, perché non è facile essere al centro di quel turbine che è un turbine che non vuoi. Maria mi ha sempre detto ‘Male non fare, paura non avere'”. (agg. di Rossella Pastore)

“Uno tsunami”

Marco Carta torna a Live – Non è la D’Urso per parlare della vicenda giudiziaria che lo vede protagonista. Il cantante de “La forza mia”, infatti, lo scorso maggio è stato accusato di aver rubato delle magliette in Rinascente per il valore di 1200 euro. A distanza di diversi mesi il cantante ha dovuto difendersi nelle sedi giudiziarie; un’esperienza terribile che gli ha cambiato la vita. “Questa vicenda gli ha creato vari problemi, uno tsunami, speriamo finisca quello che è un incubo per lui” hanno detto i legali di Marco Carta, accusato con l’amica Fabiana Muscas del furto di sei t-shirt alla Rinascente di Milano. “Marco ha sempre professato la sua innocenza. Non potete immaginare cosa gli è arrivato sui social” hanno detto i legali. Intanto anche Maria De Filippi ha deciso il vincitore di Amici; un rapporto speciale quello tra Marco e Maria De Filippi che gli è stata sempre vicina come ha rivelato il cantante: “Maria De Filippi è una persona unica, una persona stupenda, l’ho sentita e mi ha rassicurato, perché non è facile essere al centro di quel turbine che è un turbine che non vuoi. Maria mi ha sempre detto ‘Male non fare, paura non avere’”. (aggiornamento di Emanuele Ambrosio)

Maria De Filippi “Marco Carta non ha rubato”

Marco Carta è pronto a parlare dopo l’inizio del processo per furto alla Rinascente. I suoi avvocati intanto hanno spiegato che dalla confessione dell’amica emerge che si è assunta la responsabilità di quanto accaduto. Invece il pm Nicola Rossato è convinto della colpevolezza del cantante, infatti ha presentato ricorso in Cassazione contro la mancata convalida dell’arresto. La decisione è prevista il 6 novembre. Della vicenda si è parlato ieri anche ad Amici Celebrities, con Pio e Amedeo che hanno esclamato: «Maria non ci dire che anche tu ti sei lasciata con Maurizio altrimenti finiamo a rubare come Marco Carta. E comprati su Amazon il coso che toglie l’antitaccheggio!». A quel punto la conduttrice Maria De Filippi ha preso le difese dell’ex allievo di Amici: «Ma non ha rubato… Non ha rubato!». Una presa di posizione netta quella della conduttrice che non è passata infatti inosservata. (agg. di Silvana Palazzo)

Marco Carta, l’accusa di furto: gli ultimi sviluppi

Marco Carta torna ospite di Barbara d’Urso dopo le accuse incassate negli ultimi mesi, che lo vorrebbero artefice di un furto perpetrato ai danni della Rinascente di Milano. Insieme all’amica Fabiana Muscas, infatti, Carta avrebbe sottratto alcune magliette firmate all’interno del celebre store milanese. La vicenda giudiziaria l’ha travolto in maniera del tutto inaspettata. L’ex vincitore di Amici ne ha parlato per la prima volta proprio dalla d’Urso. Carta è stato ospite di uno dei suoi programmi dopo l’arresto e la seguente scarcerazione. In quell’occasione, Carta ha affermato la sua innocenza senza trattenere le lacrime.

Marco Carta, dei filmati lo scagionerebbero…

I legali di Marco Carta hanno svelato l’esistenza di alcuni filmati che potrebbero giocare a suo favore nell’ambito del processo. “Da quei video si vede che Carta non ha commesso alcun reato”, hanno spiegato al Mattino. “Lui è agitato perché non ha mai visto un’aula di un tribunale in vita sua anche se è sicuro della sua innocenza. (…) Non è venuto perché questa vicenda gli ha causato molti problemi, per lui è stato un incubo, uno tsunami, come per tutti quelli che vengono coinvolti in vicende giudiziarie”. I filmati in questione sono già stati visionati, in attesa della seconda udienza fissata per il 31 ottobre. In quel giorno, forse, scopriremo tutta la verità sulla vicenda. Carta è imputato per furto aggravato. L’artista non si è presentato al processo, ma ha lasciato carta bianca ai suoi avvocati. Piuttosto eloquente anche la prova delle telecamere, che in molti giudicano “sufficiente” per permettergli di cavarsela senza troppe conseguenze. Nei filmati, infatti, sono visibili i movimenti di Marco e di Fabiana al momento della loro entrata nel negozio.

Marco Carta, la vicenda giudiziaria al centro dell’ “Uno contro tutti”

In attesa del giudizio definitivo, Marco Carta ha accettato di partecipare a Live – Non è la d’Urso per raccontare gli sviluppi della vicenda. Non solo Carta sarà ospite del programma, ma si confronterà con i personaggi nascosti nelle sfere all’interno dell’Uno contro tutti. È notizia di questi giorni quella della richiesta del rito abbreviato da parte dei suoi legali, istanza condizionata dall’acquisizione delle telecamere che verrà depositata dall’avvocato Simone Ciro Giordano. Anche nel caso in cui venisse condannato, Marco otterrebbe lo sconto di un terzo della pena. La notizia è stata riportata da Rai News. Dopo essere stato bloccato dalla sorveglianza della Rinascente, Carta ha affrontato il processo per direttissima davanti al giudice Stefano Carmellino. Stefania Muscas, 53 anni, è stata arrestata, mentre nel suo caso il fermo non è stato convalidato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA