Marco Masini/ Annalisa interpreta “T’innamorerai” e conquista il pubblico

- Rossella Pastore

Marco Masini ospite a Una serata… Bella – Per te, Bigazzi! in replica su Rete 4. Annalisa interpreta “T’innamorerai” e il pubblico si divide sull’esibizione.

Marco Masini
Il cantautore Marco Masini

Forse i fan di Marco Masini a pelle non hanno gradito quanto visto su Rete 4, ma sicuramente l’esibizione di Annalisa ha convinto quello che era il pubblico presente in platea per l’evento Una serata… Bella – Per te, Bigazzi!. La ragazza di Savona ha dimostrato come sempre una grande voce anche se si è discostata molto dal cantante toscano nell’interpretazione di “T’innamorerai” scritta dal grandissimo Giancarlo Bigazzi. La ragazza alla fine dell’esibizione specifica: “Il mio cuore palpita ogni volta che canto e voglio dedicare la canzone a chi mi ha applaudito”. La donna dribbla così le voci sul suo possibile fidanzato alimentate da una domanda di Alfonso Signorini. Ricordiamo che la cantante molte volte ha deciso di rimanere lontana dai fari del gossip per quanto riguarda la sua vita privata. (agg. di Matteo Fantozzi)

“A Sanremo ho affrontato i miei errori davanti a tutti”

C’è anche Marco Masini, tra gli ospiti di Una serata… Bella – Per te, Bigazzi!, lo show musicale in onda questa sera in replica su Rete 4. L’ultima grande apparizione in pubblico di Masini risale al febbraio scorso, quando ha preso parte al 70° Festival di Sanremo in gara con il brano Il confronto. Un titolo eloquente, per una canzone che effettivamente rappresenta una svolta, all’interno del suo percorso doppiamente artistico e umano. Dopo testi dal contenuto discutibilissimo, in cui mandava a quel paese il mondo o apostrofava in maniera ‘poco da gentiluomo’ una donna, Masini torna per certi versi sui suoi passi: “Credo”, spiega in un’intervista a Il Giornale Off rilasciata nel periodo post-Sanremo, “che ci si confronti troppo spesso con gli altri prima di farlo con se stessi, in tutte le categorie. Pure nella politica secondo me. Quindi – prosegue – ho fatto un percorso a ritroso. In questi anni sono stato bravo a dire ‘V********o’, ‘Bella s*****a’, ma forse non lo sono stato nell’affrontare i miei errori confessandoli. Quindi l’ho fatto davanti a tutti, forse per sentirmi meglio. Se dovessi parlare solo di me risulterei presuntuoso, ho preferito farlo parlando degli uomini. Il disco è uscito e sta andando bene, sento che i miei amici maschi si identificano”.

Marco Masini risponde alla polemica su Bella s*****a

A proposito delle parole forti usate nei testi di qualche suo precedente successo, Marco Masini si mostra in qualche modo pentito, ammettendo che, effettivamente, anche solo dal punto di vista di cantautore, si è soffermato più su gli altri che su se stesso, e per questo ritiene di aver sbagliato. Entrando invece nel merito delle accuse di ‘maschilismo’ che gli sono state rivolte a margine della sua partecipazione a Sanremo, Masini dichiara: “Se (la polemica, ndr) riguarda me deve coinvolgere Malafemmena di Totò, Bella senz’anima di Riccardo Cocciante ma anche Fabrizio De André da un punto di vista musicale e letterario. Ogni pezzo è una fotografia di un’epoca. Mi occupo dei miei testi, non di quelli degli altri, e preferirei concentrarmi sulla mia musica”.

L’ultimo album di Marco Masini

Tanti gli artisti che hanno collaborato con Marco Masini al suo ultimo album, tra cui Eros Ramazzotti, Giuliano Sangiorgi, Nek, Ermal Meta e Luca Carboni. Fuori invece le nuove leve della scena indie, ma per un motivo ben preciso: “Con i trent’anni di carriera avrei voluto fare trenta canzoni, anche perché il mio repertorio me lo avrebbe consentito. Ma confesso che, in corso d’opera, ci siamo accorti che i tempi erano stretti e avremmo dovuto realizzare un doppio cd con tutto quello che comporta sul piano della distribuzione e della produzione. Alcuni artisti indie li avevo già chiamati, ma anche certi amici di vecchia data che, purtroppo, con 15 canzoni, compresi i 4 inediti, sono necessariamente rimasti fuori. I giovani li ascolto perché da loro si può sempre imparare e ho voglia di fare una seconda operazione coinvolgendoli”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA