Marco Mengoni, morta nonna Iolanda Anitori/ Aveva il Covid “no malattie pregresse”

- Emanuela Longo

Iolanda Anitori, nonna di Marco Mengoni morta a 83 anni a causa del Coronarivirus: la donna non aveva malattie pregresse

marco mengoni nonna 640x300
Iolanda, nonna Marco Mengoni (Twitter)

Grave lutto in famiglia per il giovane cantante Marco Mengoni: nei giorni scorsi è venuta a mancare l’amata nonna Iolanda Anitori. La donna aveva 83 anni ed è deceduta a causa del Coronavirus, come riferito dal Corriere d Viterbo e ripreso anche dal Fatto Quotidiano. Secondo quanto trapelato, la nonna di Mengoni non aveva patologie pregresse: era stata ricoverata all’ospedale di Belcolle ed è morta pochi giorni dopo. I funerali si sono tenuti nel duomo di Ronciglione, dove viveva la donna e dove è nato Marco. Il giovane Mengoni era particolarmente legato alla nonna tanto da citarla spesso nel corso delle sue interviste televisive. A lei il giovane artista aveva dedicato anche post Instagram e Twitter carichi di affetto, motivo per il quale la sua morte ha rappresentato una perdita gravissima per il cantante dove è assente sui social da tempo. Nel 2015 Mengoni aveva postato un tweet con una foto che lo ritraeva proprio insieme a nonna Iolanda: “Ringrazio una donna che con forza, tenacia e dolcezza è per me, ogni giorno, un esempio unico”, scriveva Marco.

MARCO MENGONI, MORTA NONNA IOLANDA ANITORI PER CORONAVIRUS

Iolanda Anitori, nonna materna di Marco Mengoni, come riferisce Fanpage.it era stata ricoverata nei giorni scorsi nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Belcolle, a Viterbo, dopo essere risultata positiva al Coronavirus. Il decesso, pur in assenza di malattie pregresse, sarebbe sopraggiunto a un paio di giorni dal ricovero. Nella zona era una commerciante molto conosciuta. Aveva gestito per diversi anni un negozio-atelier di alta moda in Piazza Vittorio Emanuele III. In seguito alla sua scomparsa ha lasciato un vuoto enorme nei figli Nadia (la mamma di Marco Mengoni), Graziella e Sandro Ferrari, e i fratelli Diana, Marcella, Mina, Antonio e Mario. La famiglia intera si è sempre dedicata al commercio ed infatti, in seguito alla morte della signora Iolanda sono ben sei le attività rimaste chiuse per lutto. Stando al Corriere di Viterbo, ci sarebbero altri contagiati in famiglia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA