Margherita Vicario/ “Presto torno con ‘Nero a metà’. Futuro? Ho fatto dei provini…”

- Dario D'Angelo

Margherita Vicario ospite di “Belle così” racconta il suo talento versatile per la musica e la recitazione: i suoi inizi e i nuovi progetti per il futuro.

Margherita Vicario
Copertina album Bingo di Margherita Vicario

Margherita Vicario, attrice e cantante, ospite a Belle così su Rai Due. La sua passione per l’arte, racconta a Sabina Stilo, “si è manifestata in campagna, dove vivevo, quando ero piccola, andavo di fantasia. Mia madre mi stimolava tantissimo, con i miei fratelli c’era chi studiava pianoforte, chi la chitarra…“. Margherita racconta la sua infanzia:”La musica c’è sempre stata, ma anche la recitazione: mio padre era regista e ci riprendeva in continuazione. Io mi mettevo a provare davanti alla telecamera, per questo mi davano della vanitosa! Trasferitami a Roma, mia nonna mi ha designato come sua accompagnatrice a teatro: in adolescenza ho visto tantissimi spettacoli. Anche il Liceo Classico mi ha ispirata: il mio prof di latino e greco, severissimo ma di quelli che ami o odi, e mi ha aperto il mondo del teatro antico, mi ha proprio illuminata“.

Margherita Vicario: “Presto torno con Nero a metà, poi…”

Margherita Vicario continua: “La mia carriera da attrice? La lunga serialità è quella che ho fatto di più. L’ultimo ruolo che ho interpretato, quella di Cinzia Repola, una poliziotta incinta, è molto carino. Quando fai una serie lunga il pubblico si affeziona moltissimo“. La sua passione per la musica è nata proprio in accademia: “Si lasciava molto spazio alla nostra reinterpretazione e io per un motivo o per l’altro ci mettevo dentro la musica, perché pensavo che a teatro sollevasse un po’ tutto“. L’intervista si sposta poi a casa di Margherita Vicario: “Venendo dalla recitazione posso sempre un po’ cambiare squadra nei video, nessuno sa mai dove si ambienterà“. La Vicario parla anche del valore dell’amicizia: “Io da ragazza avevo solo amici maschi, crescendo invece ho scoperto il valore di quella femminile. Poi vengo da una famiglia numerose di donne: mi sembra che coinvolgere le mie amiche anche nel mio lavoro sia un punto di forza. I miei brani prima erano un po’ preda dei problemi dei 20 anni, delle mie storie d’amore, ora che sono più grande parlo dei problemi del mondo che tutti condividiamo. Tutto parte sempre da momenti di grande solitudine. Nuovi progetti? C’è una serie, che è Nero a metà, che tornerà su Rai Uno. Poi ho fatto altri provini e speriamo di vincerli“.



© RIPRODUZIONE RISERVATA