Maria De Filippi furiosa a Uomini e Donne/ “Capisco l’italiano, il regolamento…”

- Stella Dibenedetto

Maria De Filippi perde la pazienza a Uomini e Donne con il cavaliere Saul: “Capisco l’italiano. Questo regolamento non l’ho mai visto”.

Maria De Filippi
Maria De Filippi

Maria De Filippi perde la pazienza a Uomini e Donne nella puntata in onda oggi, martedì 24 novembre. La conduttrice assiste al confronto tra Daniela, Riccardo e Saul perdendo le staffe. Saul, pur ammettendo di essere interessato a Daniela, spiega di non poterle dare l’esclusiva perchè come prevede il regolamento del programma, può uscire con cinque donne. Affermazione che fa infuriare Maria De Filippi. “Io appartengo all’ottocento, ma c’è qualcosa che non mi torna. Prima dici che il bacio con lui (Riccardo ndr) non t’interessa. Poi dici che sei interessato solo a lei. Salta fuori che hai dato il numero a due persone, ma queste due persone non ti hanno mai richiamato. L’alternativa a lei non l’hai mai avuta perchè Serena in puntata non è mai arrivata”, spiega Maria De Filippi. “A seconda di quello che mangi, decide di uscire con uno piuttosto che con un’altra”, ironizza Maria che cerca di vederci chiaro.

MARIA DE FILIPPI CONTRO SAUL: “NON ESISTE QUESTO REGOLAMENTO”

Maria De Filippi spazientita a Uomini e Donne. Le parole di Saul fanno sbottare la conduttrice. “Come mai non fai un passo indietro dopo il bacio tra Daniela e Riccardo?”, chiede Maria. “Non mi ha fatto nessun torto. E’ giusto che faccia così perchè siamo in una trasmissione dove dobbiamo conoscere persone”, risponde Saul le cui parole fanno infuriare la De Filippo. “Ma dove c’è scritto? Tu hai firmato un regolamento dove c’è scritto che devi conoscere dieci donne? Questo regolamento non l’ho mai fatto nella mia vita. Non mi risulta che ci sia un regolamento dove c’è scritto che Saul debba conoscere dieci donne”, replica duramente la conduttrice. Saul cerca di far capire alla De Filippi le sue difficoltà iniziali non conoscendo il programma e Maria conclude: “Capisco l’italiano”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA