Maria Giovanna Elmi “Mi misero la mano sul seno”/ Ayda Yespica “Palpatine in disco”

- Davide Giancristofaro Alberti

A Storie Italiane, su Rai Uno, il caso delle molestie subite da Maria Giovanna Elmi e Ayda Yespica: ecco che cosa hanno dichiarato

maria giovanni elmi 2021 rai 640x300
Maria Giovanna Elmi a Storie Italiane

Tante ospiti oggi a Storie Italiane per parlare di molestie sessuali. Fra coloro che sono state vittime anche Maria Giovanna Elmi, nota “signorina buonasera”, che ha raccontato di essere stata toccata anni fa mentre si trovava in ascensore. Parlando con Eleonora Daniele in diretta su Rai Uno ha spiegato: “Mi è capitata una volta, ero andata a Milano, la rai mi aveva fatto andare in un albergo, ritiro la chiave, sto per entrare in ascensore. C’era un arabo con la cosa in testa a quadretti bianco e rosso. Spingo il tasto per salire, e questo signore da dietro mi mette una mano qua (mimando il gesto della mano sul seno ndr), io gli ho dato una sberla all’indietro, gli ho dato una tale botta che la cosa in testa è volata via e mi ha detto ‘Why why? (Perchè? Ndr)”.

“Ho reagito con molta forza – ha proseguito Maria Giovanna Elmi – il mio pugno è stato fortissimo, avevo la chiave in mano, però sul lavoro queste cose non mi sono mai capitate. Io cerco sempre di tenere le distanze nonostante scherzo e rido. Oggi le mamme devono insegnare ai figli che non è tutto lecito. Io ricordo che i miei genitori erano molto severi non solo con me ma anche con i fratelli, quindi non credo che avrebbero mai fatto una cosa del genere, e credo che oggi vi sia troppa libertà”.

MARIA GIOVANNA ELMI E AYDA YESPICA: LE MOLESTIE SUBITE, IL RACCONTO A STORIE ITALIANE

Maria Teresa Ruta si trova d’accordo: “Sono d’accordo, penso che molti degli atteggiamenti dei figli dipendono dai padri, se vai allo stadio che gridano cornuto all’arbitro…”. Anche Ayda Yespica ha raccontato la sua esperienza di molestie subite: “Nell’ambito lavorativo mai capitato ma in discoteca mi è capitato due volte, c’era la folla e ne approfittavano. Mi è capitato come a Greta, una palpatina. la prima volta non sono riuscito a vedere la persona e la seconda volta gli ho preso la mano e gli ho detto di non permetterlo mai più. Quello che è accaduto a Greta non è accettabile – ha continuato Ayda Yespica – sei stata ripresa in diretta, molestie in diretta. Io penso quante donne sono costretto a subire ogni giorno a telecamere spente. Greta è stata lasciata da sola, nessuno è intervenuto, è una totale indifferenza, non è normale”.







© RIPRODUZIONE RISERVATA