MARIA PEREGO, CHI È/ Inventò Topo Gigio: “In Italia ha perso appeal” (Le Ragazze)

- Morgan K. Barraco

Maria Perego, Le Ragazze: la donna che inventò Topo Gigio. Il suo personaggio non viene più valorizzato in Italia… (Le Ragazze)

topo gigio 2019 tv
Maria Perego, Le Ragazze

E’ un binomio indissolubile quello tra Maria Perego, protagonista della puntata di oggi de “Le Ragazze” in onda su Rai Tre, e Topo Gigio. Intervistata qualche anno fa da “Famiglia Cristiana”, Maria Perego raccontò del rammarico provato nel vedere la sua creatura scarsamente valorizzata in funzione delle nuove generazioni:”Non so se i bambini di oggi possono amarlo – disse – anche se, e lo dico con orgoglio, la pagina Facebook di Topo Gigio ha ben cinque milioni di contatti. Attualmente, se devo nominare due nazioni in cui il fascino di Gigio è ancora intatto, citerei il Brasile e il Giappone. In Italia molto meno. Chissà, forse Topo Gigio non è stato capito fino in fondo dai funzionari italiani della televisione. Ma è che le cose sono cambiate con il tempo e bisogna prenderne atto. Oggi si fa più fatica a lavorare per personaggi come Topo Gigio. Ho l’impressione che non esista più il mondo della favola, dell’immaginazione e dell’ironia. Mi sembra che abbia vinto…la pistola. Comunque, non mi sento di dire ancora che è tutto finito, anzi”. (agg. di Dario D’Angelo)

Maria Perego a “Le Ragazze”

A 95 anni d’età, Maria Perego può dire con sicurezza di aver contribuito a fare la storia della tv italiana. Si parlerà di lei durante la trasmissione Le Ragazze. Negli anni ’50 infatti darà vita a diversi personaggi per bambini, da Picchio Cannocchiale al più famoso Topo Gigio, che diventerà un’icona della tv per i piccoli. Si tratta però solo di un secondo step della sua carriera, nata grazie ai ruoli da protagonista in diverse trasmissioni della Rai. Topo Gigio però le permetterà di scavalcare i confini italiani per guardare verso il resto del mondo, riuscendo a mettersi in luce come donna in un mondo fatto prevalentemente da uomini. La fantasia le è stata d’aiuto, così come la decisione di fare leva sull’arte per arricchire il mondo della televisione italiana. “Interveniva, discuteva, gli piaceva lo spirito del set”, dirà di Mario Pavesi, il rinomato industriale. Come ricorda l’Archivio storico Barilla, l’imprenditore in quel periodo rimarrà folgorato dalla marionetta, tanto da vederla come un leader dei Caroselli. Il merito della Perego sarà anche riuscire a cavalcare mode e tendenze proprio grazie alla sua creazione. In alcune occasioni Gigio si trasformerà in un cantante, poi in un provetto autista e in fuga da due dame che lo vogliono rimettere a nuovo, trasformandosi in seguito anche in Zero Zero Virgola, il suo nome da agente segreto. Un progetto che si affiancherà al grande successo riscosso in tutto il mondo dalla serie cinematografica di 007.

Maria Perego, Le Ragazze: Topo Gigio come alter ego

Maria Perego troverà in Topo Gigio il suo perfetto alter ego, un’unione possibile solo fra inventore e creatura. Con l’avvento della tecnologia il pupazzo, la marionetta, non sarà più possibile, ma questo non impedisce alla creatrice di sentirlo sempre suo, anche se virtuale. Anche se in Italia la popolarità è stata immediata, la Perego ha trovato un maggior successo negli USA. Tanto che quattro anni fa si parlava già di un possibile ritorno della sua invenzione nei cinema. “Rimanere dietro le quinte era più duro per chi dava la voce”, dice all’Avvenire parlando del doppiatore e attore Peppino Mazzullo. Non è stato semplice per l’autrice riuscire a rinnegare se stessa e rimanere dietro le quinte, ma un atto dovuto se si pensa al profondo amore che nutre ancora per l’arte del pupazzo. “Un personaggio sprovveduto. Però con il suo ottimismo cerca di giustificarsi, di inventare, di introdursi e sfociare nella fantasia e nell’assurdo”, dichiara la Perego a Le Ragazze. Il suo pupazzo rimarrà sempre in bilico fra il mondo fantastico e la realtà più attuale, con quel modo di fare scanzonato che conquisterà in tempo record il cuore di bambini e anche degli adulti. Clicca qui per guardare il video di Maria Perego.

© RIPRODUZIONE RISERVATA