Marquez: “Rossi? Mi ritirerei prima!”/ Motogp: “Non mi piace vederlo così lontano”

- Michela Colombo

Marc Marquez: “Rossi? Io mi ritirerei prima, non accetterei di lottare per il 15^ posto”. Il campionissimo della Motogp poi rivela di aver temuto di non tornare in sella.

MotoGp rossi marquez
Marc Marquez e Valentino Rossi (repertorio LaPresse)

MARC MARQUEZ: “HO TEMUTO DI NON TORNARE”

Vigilia del Gran premio d’Italia 2021 al Mugello bollente per Marc Marquez: l’ex campione del mondo della Motogp, ieri in una lunga intervista concessa la Corriere della Sera ha lungo parlato della sua condizione e delle sue ambizioni e obbiettivi per la stagione, non nascondendo di non essere ancora al 100% e di aver passato momento terribili l’anno scorso, in seguito all’infortunio. La frattura subita alla spalla e i tre interventi chirurgici lo hanno fatto temere di non poter più tornare in sella: “Sì l’ho temuto. Il terzo intervento, complesso e durato 8-9 ore, era un’incognita. I dottori sono stati sinceri: “Non siamo sicuri che il braccio tornerà come prima”. Ho detto: “Rischiamo”. Sentivo di potermi fidare di loro”.

Pure ancora una volta lo spagnolo ci ha stupito, rientrando al box Honda e fornendo già buone prestazioni, anche se non eccezionali, data la scarsa condizione, in questo avvio di stagione: “Spero di poter essere al 100% nella seconda parte della stagione. Io con la testa lo sono già, ma il fisico non mi segue… Non piace parlare così tanto del braccio, sembra quasi che cerchi una scusa, ma so di dover lavorare e lavorare per tornare come prima. Devo recuperare forza, mi manca resistenza. E il dolore complica tutto”.

MARQUEZ: “ROSSI? IO MI RITIREREI PRIMA MA..”

E dunque un Marc Marquez ancora in via di recupero quello che si affaccia oggi al Gran premio d’Italia 2021 del Mugello, e pure gli appassionati sanno bene che non è l’unico big del paddock ad essere in difficoltà in questa prima parte della stagione. L’altro gigante delle due ruote, che pure non sta rendendo come vorrebbe (e vorremmo tutti) è Valentino Rossi, su cui cade inevitabilmente la conversazione con l’otto volte iridato, da anni acerrimo rivale dello stesso Dottore: “Non mi piace vedere un pilota così a lungo protagonista, uno dei più forti dell’epoca attuale, arrivare tanto indietro. Ma alla fine è la sua vita e se lui è felice così bisogna rispettarlo. Certo, io mi fermerei prima. Non accetterei di lottare per il 15° posto, ma ciascuno è fatto a modo suo”. Da aggiungere che proprio in questi giorni lo stesso pilota di Tavullia ha dichiarato di voler attendere ancora un poco per comunicare le sue scelte per il futuro professionale: entro luglio dovremmo sapere qualcosa di più.



© RIPRODUZIONE RISERVATA