MARSALA, MASSACRA UN MIGRANTE IN PIAZZA/ “Così imparate il rispetto per gli italiani”

- Fabio Belli

Aggressione razzista a Marsala, in provincia di Trapani: un extracomunitario pestato, gridavano “Impara a rispettare gli italiani”. La denuncia di due politici locali.

migranti furgone slovenia italia
Auto della Polizia (Web, 2020)

Aggressione razzista nella notte tra sabato e domenica scorsa a Marsala, cittadina in provincia di Trapani. Un giovane extracomunitario è stato circondato e aggredito in pieno centro, alle 4 di notte, da un gruppo di ragazzi che hanno fatto anche un cordone per evitare che qualcuno si avvicinasse per prestare soccorso al migrante. Un altro giovane, originario proprio di Marsala, si è invece scagliato con violenza sull’extracomunitario mentre altri del gruppo, secondo testimoni, gridavano la frase: “Impara a rispettare gli italiani“. La furia dell’aggressore è stata impressionante e i colpi sono stati sferrati anche quando il migrante giaceva sanguinante sull’asfalto e senza opporre resistenza, come denunciato da due politici locali che dopo aver accertato l’accaduto, nella giornata di lunedì hanno denunciato pubblicamente i fatti. Valentina Villabuona, del Partito Democratico locale, ha sottolineato che “da mesi assistiamo alle scritte razziste sui muri di Marsala.

RAID RAZZISTA NEL CENTRO DI MARSALA

E potrebbe non essere stata l’unica aggressione nella notte marsalese visto che pochi minuti prima dei testimoni hanno riferito di un altro giovane migrante che era stato visto a bordo di un ciclomotore con il volto sporco di sangue, mentre attraversava la vicina via Vespri, e altri due malconci sono stati segnalati sotto l’arco dell’attigua Porta Garibaldi, uno dei punti della movida marsalese. Si pensa che potrebbe essere stato organizzato un vero e proprio raid punitivo nei confronti dei cittadini extracomunitari di Marsala, anche se al momento non sono ancora stati individuati gli aggressori dell’unica vittima accertata della furia del branco. Uno dei due esponenti politici che hanno denunciato l’accaduto, l’avvocato Campagna, ex segretario provinciale del Pd e attuale portavoce di «Base Riformista Trapani», ha dichiarato sull’accaduto: “Emerge chiaramente il disagio dei ragazzi africani e le ripetute provocazione da parte di giovani, che al grido ‘prima gli italiani’, invitano gli extracomunitari ad allontanarsi dal centro storico“.

© RIPRODUZIONE RISERVATA